Art Rights Prize, premio digitale dedicato all’arte contemporanea. I vincitori della 1a edizione

Si tratta del primo riconoscimento che premia artisti e opere fisiche in modalità virtuale, di cui fino al 28 febbraio è in corso la mostra (digitale) dei finalisti. Ne abbiamo parlato con il suo ideatore Andrea Concas

Padiglione Pittura ©️Art Rights Prize
Padiglione Pittura ©️Art Rights Prize

Si chiude con una esposizione virtuale – in corso fino al prossimo 28 febbraio – la prima edizione di Art Rights Prize, premio digitale per artisti nato dalla visione di Andrea Concas– founder di Art Rights, la prima piattaforma di supporto alla gestione e certificazione delle opere d’arte a tutela degli artisti, collezionisti e operatori di settore che utilizza per la validazione la tecnologia Blockchain – e organizzato dall’Associazione Culturale AB Factory con la partecipazione di Art Rights, LIEU.CITY, Art Backers, Open Care – Servizi per l’Arte, MoCDA Museum Of Contemporary Digital Art, MTArt Agency e Isorropia HomeGallery. Si tratta di un’iniziativa che premia gli artisti e le opere fisiche in modo virtuale, mettendo in palio oltre 100mila euro. “Hanno partecipato artisti da tutto il mondo, e ciò che è emerso è la vocazione di questi artisti di misurarsi con nuove forme di fruizione dell’arte”, ci racconta Andrea Concas. 

ART RIGHTS PRIZE, IL PREMIO DIGITALE PER LE OPERE D’ARTE REALI 

Art Rights Prize – che si suddivide nelle categorie Pittura, Fotografia, Arte Digitale e Video Arte – non è solo un “premio”: si configura infatti come una piattaforma che mette in contatto gli artisti con i professionisti del settore grazie alla sua Community, che rimane operativa anche oltre i tempi della premiazione e della mostra. L’attuale periodo storico inoltre ha messo in evidenza, durante le diverse fasi del Premio, come gli artisti abbiano compreso la necessità e le potenzialità delle tecnologie digitali: “la privazione della fisicità è qualcosa che sta condizionando tutti, compresi gli artisti”, sottolinea Concas. “È emersa la volontà, da parte degli artisti, di misurarsi con le nuove tecnologie: il premio infatti consiste in una serie di procedure digitali, dalla modalità di proposta delle opere e dalla loro certificazione fino all’esposizione finale”.La mostra dei finalisti di Art Rights Prize prevede infatti l’esperienza virtuale in 3D grazie alla collaborazione della piattaforma LIEU.CITY e dell’Exhibit Designer Andrea Isola di StartArch. 

ART RIGHTS PRIZE. GLI ARTISTI VINCITORI 

Per la sezione Fotografia, i vincitori sono Claire Luxton, Gennifer Deri e Marco Chirchirillo; per la sezione Art Digitale Snow Yunxue Fu, Martin Lukas Ostachowskie Josh Chaplin; per la categoria Video Arte Collettivo Zimmerfrei, Amaranta Medri e Niccolò De Napoli; per la Pittura Valentina De’ Mathà, Giotto Riva e Federica Gonnelli. Inoltre altri premi sono messi a disposizione da parte dei partner di Art Rights Prize, con le proclamazioni in programma nei prossimi giorni: il 22 gennaio sarà la volta di HUB/Art, il 25 gennaio di ISORROPIA Homegallery di Marco Pelligra e Zoi Kyriakakou e il 29 gennaio di OPEN CARE. La prossima edizione di Art Rights Prize, come ci anticipa Concas, è in programma il prossimo anno. 

www.artrightsprize.com

ACQUISTA QUI il libro di Andrea Concas

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.