L’opera collettiva di Giuseppe Palmisano a Lecce

Il box del collettivo leccese Kunstschau ospita l’opera corale ideata da Giuseppe Palmisano e costituita da oggetti simbolici che corrispondono a testimonianze di percorsi esistenziali di chi ha risposto alla call.

Un’opera collettiva, formata da oggetti appartenenti a trenta persone, che simboleggiano un intenso vissuto personale ormai passato e donati idealmente al divenire: è l’idea di Giuseppe Palmisano (Ceglie Messapica, 1989), che esprime la sua poetica della condivisione e della memoria nella personale Ogni cosa è abbandonata, a cura di Kunstschau. Nel box del collettivo di Lecce l’artista pugliese raccoglie le testimonianze di vita di chi ha risposto alla sua call, realizzando così una sorta di luogo-non-luogo, in cui l’oggetto simbolico viene “abbandonato”, determinando ‒ anche attraverso la scelta della sua collocazione ‒ l’interruzione del legame affettivo con un evento emblematico del percorso esistenziale attraversato da ciascuno dei partecipanti.

IL DONO E L’ABBANDONO DI GIUSEPPE PALMISANO

Fondamentale è, in questa “operazione relazionale” – per la quale Palmisano trae spunto dal film Ogni cosa è illuminata del regista Liev Schreiber ‒, l’elemento del dono, un dono-abbandono del sé passato. Spogliato ormai della sua precedente identità artistica di fotografo, l’artista abbandona il distacco ironico di iosonopipo e la sperimentazione del vuoto praticata in oltrepensare, per praticare nuove vie esistenziali e creative. Scrive infatti Palmisano: “Ho camminato come fa chi si aspetta qualcosa dal destino e poi capisce che non è vero niente, né che esiste, né che ognuno è artefice della sua fortuna. Perciò, ho iniziato il mio viaggio itinerante nella scoperta: mi sono riscoperto attore, creatore, fotografo, artista, per realizzare che in fondo il cerchio si chiude e chiuderà con me che mi rivesto da uomo e basta”.

Cecilia Pavone

Evento correlato
Nome eventoGiuseppe Palmisano - Ogni cosa è abbandonata
Vernissage27/10/2020 ore 19
Duratadal 27/10/2020 al 17/11/2020
AutoreGiuseppe Palmisano
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoKUNSTSCHAU CONTEMPORARY PLACE
IndirizzoVia G. Toma 72 - Lecce - Puglia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Cecilia Pavone
Giornalista professionista, Cecilia Pavone è nata a Taranto e ha conseguito la laurea in Filosofia con specializzazione in Storia delle Dottrine Politiche all'Università degli Studi di Bari. Nel suo percorso professionale giornalistico ha lavorato per il quotidiano "Nuovo Corriere Barisera" di Bari specializzandosi nel settore cultura e spettacoli. Tra le sue collaborazioni: "Il Settimanale" di Bari, "Il Resto del Carlino" di Bologna, "Exibart" dal 2007 fino al febbraio 2011, quando ha seguito Massimiliano Tonelli e Marco Enrico Giacomelli alla nuova testata d'arte "Artribune". Attualmente scrive anche su "Lobodilattice.com" e "Metalwave.com".