I colori Pantone dell’anno racchiusi nella banana di Cattelan. È stata lei a ispirarne la scelta?

Il Pantone Color of the Year 2021 è stato appena annunciato: il giallo e il grigio sono la coppia dell’anno. Il blog Boing Boing ha visto lo zampino della famosa banana incollata con del nastro adesivo. Sarà così? Ecco la storia

Image Doc Pop (altered from a photo by Sarah Cascone) courtesy Boing Boing
Image Doc Pop (altered from a photo by Sarah Cascone) courtesy Boing Boing

A distanza di un anno dalla sua apparizione non smette di far parlare di sé la famosa banana di Maurizio Cattelan. È forse stata lei a ispirare i colori Pantone dell’anno? A chiederselo è Boing Boing, il sesto blog più visitato al mondo dedicato a gadget tecnologici, science fiction, proprietà intellettuale che ha rivolto la domanda a tutti i suoi lettori a partire da un post su Facebook dell’artista di San Francisco Doctor Popular: “Questo è tutto quello che vedo quando penso ai colori Pantone dell’anno. Ora devi vederlo anche tu“, in riferimento al famoso frutto.

Pantone 2021 Ultimate Grey e Illuminating
Pantone 2021 Ultimate Grey e Illuminating

BANANE, PANTONI

La foto che accompagna il commento pubblicato sul social network è eloquente: si vede la banana, registrata come opera d’arte all’inizio di quest’anno dall’artista più irriverente di sempre, con impressi i quadratini che indicano il PANTONE 17-5104 Ultimate Gray e il PANTONE 13-0647 Illuminating, la coppia di tonalità diverse e complementari fra loro decretate dal Pantone Color Institute come Color of the Year 2021. Lo stesso giallo brillante e grigio opaco che contraddistinguono l’opera incriminata. Era il 4 dicembre 2019 quando Maurizio Cattelan, il più noto e discusso artista italiano vivente, aveva provocato l’intero art world con il suo ready made The Comedian, dividendo nettamente il pubblico tra favorevoli e contrari.

LA STORIA DELLA BANANA

L’opera, pensata per lo stand della galleria Perrotin ad Art Basel Miami Beach, consisteva in un gesto molto semplice: una vera banana di warholiana memoria incollata sulla parete bianca dello stand con del corposo nastro adesivo grigio. Appassionati, detrattori, critici d’arte, galleristi, artisti ne hanno dato interpretazioni diverse. Fino alla performance dell’artista David Datuna, intitolata Hangry Artist, il quale sempre durante l’artweek in Florida ha staccato e poi mangiato il frutto ormai maturo (e già venduto alla considerevole cifra di 120mila dollari) e alla decisione del gallerista Perrotin di eliminare il lavoro dallo stand preso d’assalto da orde di visitatori e avversatori per salvaguardare l’incolumità delle altre opere. Tutta questa ribalta avrà influito sulla scelta delle tendenze cromatiche dell’anno che verrà?

– Claudia Giraud

ACQUISTA QUI il catalogo della retrospettiva di Maurizio Cattelan al Guggenheim di New York

Dati correlati
AutoreMaurizio Cattelan
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).