La galleria Rolando Anselmi decuplica gli spazi a Roma. Inaugurazione con “Grand Opening”

Rolando Anselmi ha aperto la sua prima galleria nel 2013 a Berlino, per poi inaugurare nel 2016 una project room a Roma (la sua città). Lo spazio capitolino oggi si amplia (passando da 30 a 500 metri quadrati) e si trasforma in un “quartier generale”: ci siamo fatti raccontare dal gallerista i nuovi progetti e la mostra “Grand Opening”

Galerie Rolando Anselmi | ROMA Grand Opening (in foto : opere di Vincenzo Schillaci, Guglielmo Castelli) ph : Sebastiano Luciano
Galerie Rolando Anselmi | ROMA Grand Opening (in foto : opere di Vincenzo Schillaci, Guglielmo Castelli) ph : Sebastiano Luciano

Sarà un Grand Opening la mostra che il 15 ottobre 2020 aprirà le porte dei nuovi spazi della galleria Rolando Anselmi a Roma, una sorta di rito di passaggio che racconterà storia e prossimi progetti della galleria, facendo convergere così nel presente il passato e il futuro. La nuova galleria di Anselmi – o come l’ha definita lui, il suo nuovo “quartier generale” – ingloba un precedente spazio espositivo: si tratta della project room di 30 metri quadrati che il gallerista ha inaugurato nel 2016 in Via di Tor Fiorenza, una vetrina che andava ad aggiungersi alla galleria aperta a Berlino nel 2013. Anselmi ha quindi fatto, rispetto a tanti altri galleristi italiani, un percorso à rebours: ha aperto il suo primo spazio all’estero, per poi giungere in Italia e qui crescere sempre di più con una sede di 500 metri quadrati che includerà spazi espositivi, uffici e magazzino. Sempre in Via di Tor Fiorenza, in zona Maxxi-Auditorium, occupando un intero zoccolo commerciale con diversi civici e ben sei vetrine.

Galerie Rolando Anselmi | ROMA Grand Opening (in foto : opere di Moris (Israel Meza Moreno) ph : Sebastiano Luciano
Galerie Rolando Anselmi | ROMA
Grand Opening
(in foto : opere di Moris (Israel Meza Moreno) ph : Sebastiano Luciano

LA NUOVA GALLERIA DI ROLANDO ANSELMI A ROMA

“Abbiamo deciso di ampliare i nostri spazi non solo per necessità, ma anche per dare ai nostri artisti e ai nuovi che arriveranno di concertare progetti espositivi su una scala quasi museale”, spiega ad Artribune Rolando Anselmi. “Sarà quindi il nostro quartier generale, e chi verrà a trovarci potrà visitare la mostra in corso e accomodarsi nei nostri uffici; per il collezionista sarà inoltre possibile essere accompagnato nei magazzini per visionare opere selezionate”. In un periodo particolarmente duro per ogni settore produttivo ed economico a causa dell’emergenza sanitaria globale in corso, la domanda sorge spontanea: come mai la scelta di ampliare i propri spazi e di sviluppare nuovi progetti proprio in questo momento?  “Avevamo progettato l’apertura della nuova galleria prima della pandemia”, ci risponde Anselmi. “I momenti di crisi, però, possono essere occasioni per aprirsi a nuove possibilità e traiettorie: invece di chiudersi in se stessi, si può rivisitare la propria attività e possono nascere cose importanti, basta ricalcolare la rotta nella maniera giusta”.

LA MOSTRA “GRAND OPENING” ALLA GALERIE ROLANDO ANSELMI A ROMA

Il nuovo quartier generale di Anselmi inaugura con Grand Opening, mostra collettiva che “ha due volti”, ci spiega il gallerista. “Rappresenta il percorso svolto fino ad ora: se oggi siamo a Roma, è grazie a tutto quello che abbiamo costruito negli ultimi anni a Berlino, agli artisti che hanno creduto in noi e che si sono aggiunti alla famiglia della galleria”. E non solo: “nella mostra ci saranno anche nomi nuovi che prefigurano le future collaborazioni. È come se fosse un punto di transizione tra i sei anni già trascorsi e quello che sarà. È una presentazione degli intenti e dell’identità della galleria”. Al Grand Opening partecipano Giorgio Andreotta Calò, Gianni Caravaggio, Jodie Carey, Guglielmo Castelli, Li Gang, Valerie Krause, Asger Dybvad Larsen, Dominik Lejman, Moris (Israel Meza Moreno), Gianni Pellegrini, Arcangelo Sassolino, Vincenzo Schillaci, Santiago Taccetti, Ignacio Uriarte, Luca Vitone, Johannes Wald.

– Desirée Maida

Roma // dal 15 ottobre al 20 dicembre 2020
Grand Opening
Galerie Rolando Anselmi
Via di Tor Fiorenza 12-24
www.rolandoanselmi.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.