Marina Abramović mette all’asta da Christie’s la sua prima performance in Mixed Reality

L’opera verrà messa all’incanto a Londra nel 2020, durante la prossima Frieze Week e subito dopo l’inaugurazione della grande retrospettiva che la Royal Academy of Arts dedicherà alla celebre performer

Venezia75, Marina Abramovic, photo Irene Fanizza
Venezia75, Marina Abramovic, photo Irene Fanizza

Asta speciale – e per molti aspetti fuori dagli schemi – quella che nel 2020 Christie’s organizzerà a Londra in occasione della prossima Frieze Week, in programma dall’8 all’11 ottobre 2020. Protagonista della vendita sarà infatti Marina Abramović (Belgrado, 1946) con la sua The Life, opera in Mixed Reality che ha fatto il suo debutto alla Serpentine Gallery di Londra lo scorso febbraio, e adesso quasi in procinto di essere acquisita da un collezionista, un appassionato di new media o un fan della celebre performer che potrà così “fruire” della presenza reale/virtuale di Marina Abramović indossando semplicemente un paio di occhiali speciali.

THE LIFE, LA PERFORMANCE DI MARINA ABRAMOVIĆ ALLA SERPENTINE GALLERY DI LONDRA 

The Life è il titolo della performance in Mixed Reality che la Abramović ha tenuto dal 19 al 24 febbraio 2019 alla Serpentine di Londra (dove già nel 2014 la performer tenne la performance 512 Hours), registrando con molte settimane di anticipo il sold out di prenotazioni per partecipare all’evento. In The Life i visitatori hanno la possibilità di sperimentare, per 19 minuti, un incontro allo stesso tempo intimo e digitale con l’artista, grazie al mix appunto tra elementi reali e virtuali: obiettivo della performance è infatti quello di indagare “il concetto di assenza materiale”. L’uso della Mixed Reality consente ad Abramović di usare il proprio corpo come soggetto e oggetto, e di esplorare la terra di mezzo che separa la tecnologia dalla performance. The Life è prodotta da Tin Drum, uno studio statunitense/britannico che lavora esclusivamente in Mixed Reality. In questo nuovo progetto, Tin Drum ha lavorato alla realizzazione della rappresentazione digitale della Abramović, con cui il pubblico può entrare in contatto indossando un paio di occhiali speciali, il dispositivo Magic Leap One: i visitatori saranno così liberi di osservare i movimenti dell’artista come se fosse realmente nella stanza. 

Il 2020 DI MARINA ABRAMOVIĆ ALL’INSEGNA DI LONDRA 

Abramović ha creato il lavoro con il suo partner, il produttore cinematografico Todd Eckert. Stando a quanto riportato da artnet news, la coppia ha consegnato un’edizione dell’opera – in tutto sono tre versioni, oltre a una prova dell’artista che Abramović manterrà – direttamente a Christie’s, e si stima che The Life potrebbe essere venduta per 700.000 dollari. Pochi giorni prima dell’asta, il 26 settembre, la Royal Academy of Arts di Londra inaugurerà una grande retrospettiva dedicata alla performer che ne ripercorre i 50 anni di attività artistica.

– Desirée Maida 

www.christies.com

Dati correlati
AutoreMarina Abramovic
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.