Jan Fabre dialoga con Caravaggio. Al Pio Monte di Napoli, le cappelle si coprono di corallo rosso

Una grande installazione permanente dell’artista belga mette in dialogo 4 sculture rivestite di corallo rosso con i dipinti seicenteschi già esistenti nelle cappelle. Tra cui Le Sette Opere della Misericordia di Caravaggio

Jan Fabre_Sculture per il Pio Monte della Misericordia, Napoli -Foto Grafiluce L. Romano
Jan Fabre_Sculture per il Pio Monte della Misericordia, Napoli -Foto Grafiluce L. Romano

Ciò che del Pio Monte di Napoli attrae da sempre è il capolavoro di Caravaggio, Le Sette Opere della Misericordia, esposto sull’altare maggiore. Ora, c’è un motivo di fascino in più per visitare la famosa chiesa seicentesca. Dal 22 dicembre, il pubblico può, infatti, ammirare l’installazione permanente di quattro sculture in corallo di Jan Fabre (Anversa, 1958), concepita appositamente per la Cappella dell’Istituto. Da aprile a settembre scorso il Pio Monte ha già proposto la temporanea esposizione, nella propria Cappella, dell’opera dell’artista belga, L’uomo che sorregge la croce, nell’ambito della mostra personale Oro Rosso realizzata in collaborazione con il Museo di Capodimonte. L’iniziativa, a cura di Melania Rossi, ha riscosso grande successo e fortissimo afflusso di pubblico, determinato dal modo in cui l’opera si è armonizzata con il contesto della chiesa, sia dal punto di vista estetico-formale che in senso concettuale e spirituale. Da qui è nata l’idea di allestire in maniera permanente all’interno della cappella del Pio Monte della Misericordia un insieme di nuove opere. Si tratta di un corpus di quattro sculture – con cuori assemblati ciascuno a elementi diversi, come il giglio (simbolo di purezza) e la colomba (simbolo dello Spirito Santo) – ricoperte di corallo rosso, sotto forma di roselline, perle e mezze perle e di piccoli cornetti: ogni manufatto rappresenta complesse associazioni simboliche e iconografiche, concepite per essere poste in stimolante dialogo con i dipinti seicenteschi, già esistenti nelle cappelle.  Ecco le immagini…

– Claudia Giraud

Evento correlato
Nome eventoJan Fabre
Vernissage21/12/2019 ore 11
Duratadal 21/12/2019 al 22/12/2019
AutoreJan Fabre
CuratoreMelania Rossi
Generearte contemporanea
Spazio espositivoPIO MONTE DELLA MISERICORDIA
IndirizzoVia Dei Tribunali 253 - Napoli - Campania
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).