Cristian Chironi disegna una capsule collection di occhiali per Vanni. E la presenta ad Artissima

Chi indosserà gli occhiali Concrete mentre Artissima è in svolgimento potrà essere coinvolto in una performance imprevidibile e non richiesta di Cristian Chironi

La performance di Cristian Chironi ad Artissima per Vanni
La performance di Cristian Chironi ad Artissima per Vanni

Si chiama Concrete la capsule collection by Vanni disegnata dall’artista Cristian Chironi e dalla designer Irene Chinaglia per il marchio made in Italy di occhiali. Concrete perché i quattro modelli, con lenti fotocromatiche, proposti in versione unisex/donna riproducono la forma grezza del cemento, grazie ad una speciale vernice opaca. La collaborazione tra artista e impresa, mettendo insieme le suggestioni che il primo ha tratto dai suoi viaggi nel segno di Le Corbusier (Artribune ha lungamente parlato del progetto My house is a Le Corbusier), – visitando e lavorando presso Casa Wabi, Puerto Escondido; Unitè d’Habitation, Marsiglia; Villa Pierre Jeanneret, Chandigarh; Casa Victoria Ocampo, Buenos Aires – e l’esperienza dell’azienda torinese, presente in oltre 40 paesi, nella realizzazione del prodotto. Il risultato? Una serie limitata di 400 esemplari ed una performance. Quest’ultima realizzata nell’ambito di una collaborazione ultradecennale tra Vanni e Artissima. Chiunque infatti indossi in fiera un paio di occhiali Concrete (in vendita ad esempio nel bookshop della fiera firmato Corraini) sarà avvicinato fino al 3 novembre tra i corridoi della fiera da Chironi: l’artista prenderà sottobraccio la persona prescelta e comincerà a raccontarle, senza alcuna introduzione o spiegazioni, aneddoti e storie dai suoi viaggi, sulle sue opere, sulle sue origini, sempre ricalcando le tracce di Le Corbusier e ritornando alle fasi progettuali degli occhiali; nel frattempo la accompagnerà in una visita non convenzionale della mostra, scegliendo tra le opere quelle che meglio si avvicinano a questo percorso, da Guido Guidi a Maria Lai.

Santa Nastro

Dati correlati
AutoreCristian Chironi
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.