Biennale d’Arte di Venezia 2021: Marco Fusinato per il Padiglione Australia

Inizia a delinearsi il quadro delle partecipazioni nazionali alla prossima 59. Mostra Internazionale d’Arte di Venezia. Dopo la Nuova Zelanda, adesso tocca all’Australia svelare il nome dell’artista che la rappresenterà alla Biennale del 2021

Biennale di Venezia. ph. Desirée Maida
Biennale di Venezia. ph. Desirée Maida

Nonostante manchino pochi giorni alla conclusione della 58. Mostra Internazionale d’Arte di Venezia, già da tempo si è iniziato già a parlare della prossima edizione della Biennale, che si terrà nel 2021. Lo scorso settembre la Nuova Zelanda ha rivelato che a rappresentare il proprio Paese in Laguna sarà l’artista Yuki Kihara, mentre adesso a svelare le prime anticipazioni sul proprio Padiglione nazionale è l’Australia, che sarà rappresentata da Marco Fusinato.

MARCO FUSINATO ALLA BIENNALE DI VENEZIA 2021 PER L’AUSTRALIA

Nato a Melbourne nel 1964,Marco Fusinato è un artista multidisciplinare, spaziando dalla musica, le installazioni, la fotografia fino alla performance. Il suono nelle sue opere è utilizzato come strumento per dare vita a nuove forme di percezione, e i suoi lavori spesso indagano concetti e “forze” contrapposti, come cultura alta-cultura bassa, rumore-silenzio, minimalismo-massimalismo. Fusinato è noto per le sue collaborazioni con esponenti del mondo della musica, come Thurston Moore dei Sonic Youth e Bruce Russell dei Dead C’s; nel 2013 è stato tra gli artisti partecipanti a Soundings, la prima mostra di arte sonora organizzata al MoMA di New York. Nel 2015 Fusinato ha partecipato a All the World’s Futures, la mostra principale della Biennale d’Arte di Venezia curata da Okwui Enwezor; alla Biennale di San Paolo del 2012 e alla Biennale di Sydney del 2018.

IL PADIGLIONE DELL’AUSTRALIA ALLA BIENNALE DI VENEZIA 2021 

Il Padiglione Australiano sarà curato da Alexie Glass-Kantor, direttore esecutivo di Artspace a Sydney e curatore della sezione Encounters ad Art Basel Hong Kong. Stando a quanto dichiarato da Adrian Collette, CEO dell’Australia Council, il progetto di Fusinato alla Biennale “rifletterà la ricchezza della creatività australiana”.“Rappresentare l’Australia alla Biennale di Venezia”, continua Collette, “offre una delle opportunità internazionali più significative per gli artisti visivi contemporanei australiani. La continua partecipazione dell’Australia a Venezia mantiene il nostro impegno nei confronti delle arti visive e degli artisti australiani contemporanei e mette in connessione il pubblico australiano e il pubblico globale”.

– Desirée Maida 

www.labiennale.org

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.