Michele Mathison e Oren Pinhassi in residenza in Basilicata nel Castello di San Basilio a Pisticci

Sono Michele Mathison e Oren Pinhassi: le loro opere, in mostra fino al 15 ottobre, sono il risultato di una residenza artistica che li ha portati a stretto contatto con il territorio circostante e con la tradizione lucana

Oren Pinhassi ph. Giovanni De Angelis
Oren Pinhassi ph. Giovanni De Angelis

Il Castello di San Basilio nasce nel VII secolo come dimora dei monaci Basiliani e cade in seguito nelle mani dei Normanni che ne fanno la propria fortezza. Dagli anni ’60 del Novecento è di proprietà della famiglia Berlingieri, mecenati appassionati di arte contemporanea che qui espongono la propria collezione privata, mettendola a disposizione del pubblico. È in questo contesto che si è svolta, durante l’estate, la residenza degli artisti Oren Pinhassi (Tel Aviv, 1985) e Michele Mathison (Johannesburg, 1977) di cui, fino al 15 ottobre 2019, è allestita la mostra Artists in Residence. Il progetto, curato da Aloisia Leopardi, si inserisce nel circuito di Matera Capitale della Cultura 2019, trasformando la proprietà in uno spazio dinamico dedicato alla sperimentazione artistica con opere site specific.

LE OPERE

In particolare, i lavori di Pinhassi insistono sulla disintegrazione dei costrutti sociali, a cominciare dai materiali utilizzati, che creano ambienti familiari e ambigui allo stesso tempo: le sedie sono personificate e richiamano forme e gestualità corporee, del tutto prive di funzionalità. Gli asciugamani, invece, sono rannicchiati sul pavimento, ritorti e fluidi come serpenti, ma anche induriti dall’intonaco solidificato che li compone.

ARTE CONTEMPORANEA E TRADIZIONE

Il confronto tra il luogo e la sua memoria, l’incontro tra passato e futuro, sono al centro delle indagini di Michele Mathison, che durante la residenza ha lavorato con materiali differenti e oggetti di uso quotidiano provenienti dalla tradizione lucana. Il risultato è una connessione tra architettura, spazio e tempo che riflette sulla complessa relazione tra gli esseri umani e il loro modo di intervenire sulla realtà che li circonda. Ecco le immagini di Giovanni De Angelis

-Giulia Ronchi 

Pisticci//Fino al 15 ottobre
Artists in Residence
Castello di San Basilio
75015, Pisticci, Basilicata

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Attualmente collabora con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne. Cura la rubrica “Le curatrici donne più influenti nel mondo” per Marie Claire e “Storie d’amore nella storia dell’arte” per Elle.