Lenin ritratto da Andy Warhol. Le opere dall’archivio della Galerie Klüser in arrivo a Londra

Marilyn Monroe, la banana, la Coca Cola: quello che conosciamo della produzione del padre della Pop Art sono perlopiù i riferimenti al capitalismo americano. Meno noti sono i ritratti di Lenin, le cui 9 versioni saranno esposte da Phillips a Londra

Grazie a una collaborazione tra la sede londinese della potente casa d’aste Phillips e l’archivio della Galerie Klüser, saranno esposte nove opere originali (acrilico e serigrafia su tela) della serie Lenin, l’ultima realizzata da Andy Warhol prima della sua morte. Le opere testimoniano il rapporto di stima e dialogo che l’artista aveva con Bernd Klüser, suo gallerista ed editore, in prima linea sulla scena artistica internazionale. È stato lui a mostrare a Warhol, nella primavera del 1986, un’insolita fotografia di Lenin che lo ritraeva da giovane, affiancato da una pila di libri a sottolineare la sua figura di teorico intellettuale e politico. “Avevamo in mente da due anni di collaborare a un progetto che puntasse verso una nuova direzione”, ha spiegato il gallerista Bernd Klüser, “invece di riprodurre le icone stereotipate della vita quotidiana in America, Warhol si sarebbe confrontato con un’immagine in controtendenza rispetto ai suoi soliti canoni. In virtù sia del suo contenuto che della sua qualità formale, la fotografia di Lenin sembrava ideale per questo scopo”. In anteprima, le immagini che saranno esposte al 30 di Berkeley Square a Londra.

– Giulia Ronchi

Andy Warhol’s Lenin
Dal 26 settembre al 4 ottobre
30, Berkeley Square
London
https://www.phillips.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Attualmente collabora con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne. Cura la rubrica “Le curatrici donne più influenti nel mondo” per Marie Claire e “Storie d’amore nella storia dell’arte” per Elle.