Il Terzo Paradiso del Mulinum: una call per l’opera suonata dal vento di Yuval Avital in Calabria

La start up agricola calabrese Mulinum e Terzo Paradiso di Pistoletto lanciano un invito ai Paesi del Mediterraneo a donare 360 campane per l’opera di sound art che, in un campo di grano, sarà mossa dal vento e dai visitatori

Mulinum
Mulinum

Arte, scienza e impegno etico e sociale. Sono queste le solide basi del progetto Il Terzo Paradiso del Mulinum. Tutto si svolge in un antico mulino calabrese che, da circa un anno, coinvolge quindici persone tra ambasciatori del famoso “marchio” ideato da Michelangelo Pistoletto con il simbolo dell’infinito riformulato in tutte le varianti possibili, artisti locali ed internazionali, professionisti e sostenitori di un’idea di grande fascino.

IL TERZO PARADISO IN MUSICA

Un progetto artistico con un impatto sociale, dove la bellezza della creazione artistica risiede nell’incontro tra ricerca estetica ed etica” spiega Simona Mazzitelli, ambasciatrice del Terzo Paradiso nonché ideatrice del progetto. “Michelangelo Pistoletto e Saverio Teruzzi, coordinatore  internazionale del progetto Terzo Paradiso della Fondazione Cittadellarte, hanno riconosciuto  Mulinum come un centro che veicola un  messaggio di cultura e favorisce lo sviluppo del territorio dal punto di vista sociale, civile ed economico”. Così, la start up agricola Mulinum, ideata dal giovane imprenditore Stefano Caccavari nella parte più stretta e ventosa della Calabria, tra il golfo di Sant’Eufemia e quello di Squillace, grazie a un crowdfunding con cui ha recuperato la filiera dei grani antichi difendendo il territorio, è divenuto il luogo in cui realizzare il sogno del suono unico del Mediterraneo.

Yuval Avital e Michelangelo Pistoletto
Yuval Avital e Michelangelo Pistoletto

IL GIARDINO DEI SONAGLI

Proprio qui, a San Floro, Yuval Avital, artista e ambasciatore del Terzo Paradiso pistolettiano, darà vita a Il giardino dei sonagli: le spighe sonore del Mediterraneo, un’immensa scultura sonora, suonata dal vento. “È un’equazione sonora dell’utopia raggiungibile del Mediterraneo”, afferma Avital, “in cui la potenza della diversità degli esseri umani viene celebrata attraverso sonagli con un differente peso, ritmo, storia, provenienza, funzionalità,  che insieme vivono, suonano e fanno incontrare mondi lontani”. Tale opera composta, appunto, da trecentosessanta campane e sonagli provenienti da ogni angolo del Mediterraneo, appese su spighe di grano rappresentate come sculture metalliche flessibili, sarà posizionata nel campo di granturco Mulinum e verrà inaugurata domenica 14 luglio, in occasione della Festa della trebbiatura: sarà un lavoro insieme cinetico e di sound art perché il vento e i visitatori  interagiranno  con  la  scultura,  generando  suoni  contemporanei,  ma  allo  stesso  tempo ancestrali. La scultura visionaria di Avital è, però, collettiva ed inclusiva, dunque si completerà solo attraverso una partecipazione volontaria. Mulinum e Terzo Paradiso hanno, così, lanciato la Call for bells  invitando tutti i Paesi del Mediterraneo a donare una scatola di campane o sonagli del proprio paese o regione di origine. C’è tempo fino al 31 maggio 2019 per aderire.

– Claudia Giraud

www.mulinum.it/callforbells/ 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).