Biennale di Venezia. 9 opere da non perdere fra le mostre in città

Una breve guida ai piccoli tesori da scoprire durante la visita a Venezia per la Biennale. Un itinerario “alternativo” che unisce opere speciali, non necessariamente note e visibili, presenti in alcune mostre collaterali.

1. I DISEGNI DI BASELITZ

Baselitz Academy, installation view at Gallerie dell’Accademia, Venezia 2019, photo Andrea Sarti

Alla fine degli Anni Cinquanta il giovane Georg Baselitz realizza una serie di disegni ispirati alle opere rinascimentali di Giovanni di Paolo, Pontormo e Rosso Fiorentino. Esposti nella mostra Baselitz Academy alle Gallerie dell’Accademia, testimoniano il tratto nervoso e incisivo dell’artista, che a soli 22 anni, scrive Michele Tavola, “era già un maestro di se stesso”.

2. I TESCHI DI GORKY

Arshile Gorky. 1904-1948. Installation views at Ca’ Pesaro – Galleria Internazionale d’Arte Moderna, Venezia 2019 © 2019 The Arshile Gorky Foundation – Artists Rights Society (ARS), New York. Photo Lorenzo Palmieri

Natura morta con teschio (1927-28) è una delle più intense nature morte dipinte da Arshile Gorky, in mostra a Ca’ Pesaro. Ispirata dall’omonimo dipinto di Paul Cézanne, datato 1896-98, combina suggestioni tratte da tele di Henri Matisse e cromatismi vicini all’Espressionismo tedesco, oltre a un riferimento di carattere personale: il tessuto è legato alla memoria della madre dell’artista, scomparsa pochi anni prima.

3. I CATRAMI DI BURRI

Alberto Burri, Catrame, 1949, Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri

L’interessante retrospettiva di Alberto Burri sull’Isola di San Giorgio si apre con un piccolo dipinto, Catrame (1949), realizzato con olio, catrame e pietra pomice su tela. Abbandonati i primi dipinti figurativi, qui Burri è già perfettamente padrone dei propri mezzi: in quest’opera, proveniente da una collezione privata, c’è già in nuce tutta la forza drammatica della sua pittura.

4. L’ORO DI BYARS

The Death of James Lee Byars. Chiesa di Santa Maria della Visitazione, Venezia 2019. Courtesy Vanhaerents Art Collection, Brussels. Photo © Formentini Zanatta

Nella chiesa di Santa Maria della Visitazione alle Zattere il collezionista belga Walter Vanhaerents ha curato il dialogo tra l’opera The Death of James Lee Byars (1994) e l’installazione sonora Vocal Shadows (2019) dell’artista e compositore libanese Zad Moultaka. La camera funeraria ricoperta di foglia d’oro, realizzata mentre James Lee Byars stava lottando col cancro che lo avrebbe vinto tre anni dopo, è una delle sue opere più spirituali, resa ancora più intensa dal suono di Moultaka, simile a un canto funerario.

5. LE BOTOLE DI PASCALI

Pino Pascali, Botole ovvero Lavori in corso, 1967. Galleria Nazionale, Roma

L’opera Botole ovvero lavori in corso (1968) di Pino Pascali è una delle ultime realizzate dall’artista prima di morire. Un lavoro che unisce mondo naturale e artificiale, dove la rigidità dell’eternit si coniuga con l’acqua, la terra e il legno. Appartiene alla Galleria Nazionale e viene esposta nella mostra Pino Pascali ‒ Dall’immagine alla forma a Palazzo Cavanis, dopo un restauro durato dieci anni, ed è un’occasione per riflettere sull’immaginario di uno degli artisti più fantasiosi del Novecento italiano.

6. LA TRAGEDIA DI KOUNELLIS

Jannis Kounellis, Senza titolo (Tragedia civile), 1975, installation view presso la mostra Jannis Kounellis, a cura di Germano Celant, Fondazione Prada, Venezia, photo by Agostino Osio – Alto Piano. Courtesy Fondazione Prada

Nel 1975 Jannis Kounellis espone per la prima volta alla galleria Lucio Amelio di Napoli l’opera Tragedia Civile, poi acquistata dal Museo Diocesano di Colonia e attualmente presente a Ca’ Corner della Regina, all’interno della retrospettiva dedicata all’artista e curata da Germano Celant. Secondo Thomas McEvilley, il muro dorato si riferisce alla cultura bizantina, mentre l’attaccapanni è collegato alla cultura mitteleuropea, ai caffè di Vienna, alla musica di Gustav Mahler e ai racconti di Franz Kafka. Una delle opere “politiche” più intense dell’artista.

7. LE SCULTURE DI FÖRG

Günther Förg, Untitled (Mask), 2000 © Estate Günther Förg VG Bild Kunst, Bonn 2019. Courtesy Estate Günther Förg and Hauser & Wirth

Nei saloni di Palazzo Contarini Polignac, che ospitano la raffinata mostra Förg in Venice, si possono ammirare alcune “sculture da camera” di Gunther Förg del 1990: una serie di piccole maschere in bronzo su piedistalli di pietra. Opere private, quasi segrete, valorizzate dall’essere presentate in un contesto così suggestivo, quasi a volersi mimetizzare con l’arredo del palazzo.

8. IL VIDEO DI KRYMOV

Dmitry Krymov, video installation for the exhibition of the Pushkin Museum of Fine Arts “There is a beginning in the end”, a frame shot from the video, the property of the author, 2018

Nella chiesa di San Fantin, che ospita il progetto There is a beginning in the end, è proiettato davanti all’altare un video di Dmitry Krymov ispirato all’Ultima Cena di Jacopo Tintoretto presente nella chiesa di San Trovaso, che riflette con ironia sulla dimensione teatrale della pittura sacra veneziana del Cinquecento. Interessante l’uso dello spazio, trasformato in maniera originale dalle proiezioni dei tre artisti coinvolti: Dmitry Krymov, Gary Hill e Irina Nahkova.

Ludovico Pratesi

Evento correlato
Nome eventoBaselitz-Academy
Vernissage07/05/2019 ore 16,30 su invito anteprima mostra
Duratadal 07/05/2019 al 06/10/2019
AutoreGeorg Baselitz
CuratoreKosme De Baranano
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoGALLERIE DELL'ACCADEMIA
IndirizzoCampo della Carità, 1050, 30123 - Venezia - Veneto
Evento correlato
Nome eventoArshile Gorky: 1904-1948
Vernissage07/05/2019 ore 12 anteprima stampa su invito
Duratadal 07/05/2019 al 22/09/2019
AutoreArshile Gorky
CuratoriGabriella Belli , Edith Devaney
Generearte moderna
Spazio espositivoGALLERIA INTERNAZIONALE D'ARTE MODERNA DI CA' PESARO
IndirizzoSanta Croce, 2076 30135 - Venezia - Veneto
Evento correlato
Nome eventoBurri la pittura irriducibile presenza
Vernissage09/05/2019 ore 11 anteprima stampa su invito
Duratadal 09/05/2019 al 28/06/2019
AutoreAlberto Burri
CuratoreBruno Corà
Generearte moderna
Spazio espositivoFONDAZIONE GIORGIO CINI ISOLA DI SAN GIORGIO MAGGIORE
IndirizzoIsola di San Giorgio Maggiore - Venezia - Veneto
Evento correlato
Nome eventoThe Death of James Lee Byars
Vernissage09/05/2019
Duratadal 09/05/2019 al 24/11/2019
AutoriJames Lee Byars, Zad Moultaka
CuratoreWalter Vanhaerents
Generearte contemporanea
Spazio espositivoCHIESA DI SANTA MARIA DELLA VISITAZIONE
IndirizzoFondamenta delle Zattere 919 (di fronte alla fermate del vaporetto Zattere) - Venezia - Veneto
Evento correlato
Nome eventoPino Pascali - Dall'immagine alla forma
Vernissage09/05/2019 ore 18
Duratadal 09/05/2019 al 24/11/2019
AutorePino Pascali
CuratoriRoberto Lacarbonara, Antonio Frugis
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoPALAZZO CAVANIS
IndirizzoFondamenta delle Zattere - Venezia - Veneto
Evento correlato
Nome eventoJannis Kounellis
Vernissage08/05/2019 ore 10 press preview
Duratadal 08/05/2019 al 24/11/2019
AutoreJannis Kounellis
CuratoreGermano Celant
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoFONDAZIONE PRADA - CA' CORNER DELLA REGINA
IndirizzoCalle de Ca’ Corner, Santa Croce 2215, 30135 - Venezia - Veneto
Evento correlato
Nome eventoFörg in Venice
Vernissage08/05/2019 ore 9.30 su invito
Duratadal 08/05/2019 al 23/08/2019
AutoreGünther Förg
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoPALAZZO CONTARINI POLIGNAC
IndirizzoDorsoduro 874 (Accademia) - Venezia - Veneto
Evento correlato
Nome eventoThere is a Beginning in the End. The Secret Tintoretto Fraternity
Vernissage08/05/2019 ore 12 press preview
Duratadal 08/05/2019 al 11/09/2019
CuratoriMarina Loshak, Olga Shishko
Generiarte antica, arte contemporanea
Spazio espositivoCHIESA DI SAN FANTIN
IndirizzoCampo San Fantin - Venezia - Veneto
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI