Sacro e contemporaneo. Mostra a Monreale celebra la tradizione delle icone bizantine

L’esposizione, in corso fino al prossimo 4 settembre, indaga influenze e sviluppi storici e stilistici che la tradizione greco-bizantina delle icone ha avuto sulla cultura figurativa della Sicilia. Le immagini

ICONE. Tradizione/Contemporaneità a Monreale, installation view
ICONE. Tradizione/Contemporaneità a Monreale, installation view

ICONE. Tradizione/Contemporaneità – Le Icone post-bizantine della Sicilia nordoccidentale e la loro interpretazione contemporanea è il titolo della mostra allestita fino al 4 settembre 2019 nell’Aula Capitolare di San Placido del Museo Diocesano di Monreale (PA), che indaga influenze e sviluppi storici e stilistici che la tradizione greco-bizantina delle icone ha avuto sulla cultura figurativa della Sicilia. A partire dalle testimonianze iconografico-liturgiche post-bizantine nella Sicilia nordoccidentale e dalle immagini sacre realizzate da maestranze veneto-cretesi destinate alle comunità cattoliche di rito greco insediate in Sicilia già a partire dal XV secolo, la mostra vuole porre l’attenzione sul rapporto di reciproco scambio e influenza tra la Grecia e la Sicilia, analizzando le scuole e gli iconografi attivi sull’Isola nel XVII secolo. Alla disamina storica, si affianca un confronto tra sei artisti siciliani e sei artisti greci contemporanei (Giuseppe Bombaci, Sandro Bracchitta, Giorgio Distefano, Roberto Fontana, Antonino Gaeta, Ignazio Schifano, Manolis Anastasakos, Dimitris Ntokos, Nikos Moschos, Kostantinos Papamichalopoulos, Zoi Pappa, Christos Tsimaris), invitati a confrontarsi con la tradizione figurativa dell’icona, con la religiosità e la rappresentazione del sacro. Le immagini.

– Desirée Maida

Evento correlato
Nome eventoIcone. Tradizione/Contemporaneità
Vernissage04/04/2019 ore 18
Duratadal 04/04/2019 al 04/09/2019
CuratoriFrancesco Piazza , Giovanni Travagliato
Generiarte antica, arte contemporanea
Spazio espositivoMUSEO DIOCESANO
IndirizzoVia Arcivescovado, 2 90046 - Monreale - Sicilia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.