Enigma della poesia totale. Lamberto Pignotti a Roma

Galleria Contact, Roma ‒ fino al 31 maggio 2019. Una nuova personale di Lamberto Pignotti invita a riflettere sulla disinformazione e sui traumi d’oggi.

La scena che Lamberto Pignotti (Firenze, 1926) propone con Controverso, la nuova personale organizzata alla Galleria Contact di Roma, non è soltanto un prezioso viaggio nei labirinti della poesia visiva, ma anche una riflessione sul presente, una pratica della diffidenza nei confronti dei poteri massmediatici (il sottotitolo è Arte per fraintenditori, ovvero arte per coloro che sentono l’esigenza di uscire dalla gabbia trasparente della massificazione).
Qui inizia una nuova odissea e L’altro si apre allo sguardo, i due grandi stendardi che fanno da perno alla mostra, sono, insieme a una serie di prove cartacee (tra queste La poesia ha bisogno di essere più pazza, Poesia variopinta su quattro venti o All’impazzata sulla via della seta) e a una costellazione di rebus o cruciverba, ironica resistenza ai massaggi dell’industria culturale, al “supernulla” che inghiotte – forse irreparabilmente – la vita e la trasforma in uno spettacolo distaccato, apatico, disinteressato.

Antonello Tolve

Evento correlato
Nome eventoLamberto Pignotti - Arte per fraintenditori
Vernissage28/03/2019 ore 18
Duratadal 28/03/2019 al 31/05/2019
AutoreLamberto Pignotti
CuratoreGaia Bobò
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoCONTACT ARTECONTEMPORANEA
IndirizzoVia Urbana 110 00184 - Roma - Lazio
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Antonello Tolve
Antonello Tolve (Melfi 1977) è teorico e critico d’arte. Dottore di ricerca presso l’Università di Salerno, insegna Pedagogia e Didattica dell'Arte e Antropologia dell'Arte all'Accademia di Belle Arti di Macerata. Studioso delle esperienze artistiche e delle teorie critiche del Secondo Novecento, con particolare attenzione al rapporto che intercorre tra arte, critica d’arte e nuove tecnologie. Pubblicista, collabora regolarmente con diverse testate del settore. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, in Italia e all'estero e vari cataloghi di artisti. Collabora, a Salerno, con la Fondazione Filiberto Menna e dirige con Stefania Zuliani, per l’editore Plectica, la collana Il presente dell’arte. Tra i suoi libri Giardini d’utopia. Aspetti della teatralizzazione nell’arte del Novecento (2008), Gillo Dorfles. Arte e critica d'arte nel secondo Novecento (2011), Giuseppe Stampone. Estetica Neodimensionale / Neodimensional Aesthetics (2011), Bianco-Valente. Geografia delle Emozioni / Geography of Emotions (2011).