Tempo manipolato. Giovanni Kronenberg a Roma

Z2O Sara Zanin Gallery, Roma ‒ fino al 18 marzo 2019. Sculture, disegni, interventi installativi costruiscono un percorso eterogeneo, allestito come una soffitta abbandonata dalla quale spuntano gli oggetti più disparati, metafora delle stratificazioni e delle coincidenze dell’esistenza. Una mostra da scoprire, fra pareti bianche e luci soffuse.

Dai vecchi ferri da stiro a carbone ai kit farmaceutici di fine Ottocento, dalle piume di gallo ai legumi essiccati (esempi di natura morta al limite del feticcio). Elementi di una moderna Wunderkammer che tuttavia sembrano trovati per caso, reperti di epoche che la sorte ha voluto riunire. Giovanni Kronenberg (Milano, 1974) costruisce una narrazione di oggetti ripensati in contesti diversi dagli abituali, attraverso minimi interventi artistici: un elastico fra le piume, granuli d’argento nella bottiglia farmaceutica, una minuscola mano in ceramica applicata su una pietra lavica. Leggerezza d’artista che si ritrova nei disegni, nelle cui note di colore si individuano ibridazioni del corpo umano e degli elementi naturali.
Giocando sulle contaminazioni, Kronenberg interviene fra le impercettibili pieghe dello spazio e del tempo, sul loro scorrere e dilatarsi, e incidentalmente modificare il corso della vita umana.

Niccolò Lucarelli

Evento correlato
Nome eventoGiovanni Kronenberg
Vernissage12/02/2019 ore 18
Duratadal 12/02/2019 al 18/03/2019
AutoreGiovanni Kronenberg
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoZ2O GALLERIA - SARA ZANIN
IndirizzoVia della Vetrina 21 - Roma - Lazio
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Niccolò Lucarelli
Laureato in Studi Internazionali, è curatore, critico d’arte, di teatro e di jazz, e saggista di storia militare. Scrive su varie riviste di settore, cercando di fissare sulla pagina quella bellezza che, a ben guardare, ancora esiste nel mondo.