Jenny Holzer a Bilbao. È al Guggenheim la mostra più grande di sempre sull’artista della parola

Il Guggenheim Museum di Bilbao presenta la più grande esposizione mai dedicata all’artista statunitense che fa della parola il suo medium. Tra slogan e “verità ovvie” incise su carta, pietra e al neon

Il Guggenheim Museum di Bilbao presenta la più grande esposizione mai dedicata a Jenny Holzer (Gallipolis, 1950), l’artista statunitense che fa della parola il suo mezzo d’espressione artistica d’elezione. Da oltre quarant’anni, il suo medium, che sia formulato come una T-shirt, una targa o un segno elettronico, è infatti sempre un testo. A partire dagli anni ’70 con una serie di manifesti in giro per New York, e proseguendo attraverso le sue recenti proiezioni di luce sul paesaggio e sull’architettura, Holzer crea i suoi primi lavori basati sulla scrittura, dando vita alla serie Truism (“verità ovvie”), affermazioni brevi e incisive che l’artista costruisce partendo da modi di dire popolari sui quali lavora sopra, parafrasandone il linguaggio e dando vita a frasi che colpiscono il senso comune, il pensiero dominante e qualunque tipo di pregiudizio. Curata da Petra Joos in collaborazione con Jenny Holzer, la mostra metterà in luce l’architettura di Frank Gehry attraverso installazioni site-specif, oltre a presentare la già citata serie dei Truism e i suoi esordi nell’arte pubblica, così come le panchine incise e i sarcofagi di pietra. Disegni e oggetti tratti dall’archivio dell’artista completeranno questi primi lavori. Ecco le immagini…

-Claudia Giraud

Jenny Holzer: Thing Indescribable
Dal 22 marzo al 9 settembre 2019
Guggenheim Museum Bilbao, Avenida Abandoibarra, 2 48009 Bilbao
https://www.guggenheim-bilbao.eus

Dati correlati
AutoreJenny Holzer
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).

LEAVE A REPLY