Dorothea Tanning alla Tate Modern: 70 anni di arte e poesia, nel segno del Surrealismo

Pittrice, scultrice, poetessa, scrittrice e moglie di Max Ernst, l’artista statunitense ha costruito una carriera lunga 70 anni prima di morire ultracentenaria, pubblicando la sua ultima poesia: una mostra a Londra la racconta per la prima volta

Questa primavera, la Tate Modern di Londra ospita una grande mostra dell’artista statunitense Dorothea Tanning (Galesburg, 1910 – New York, 2012), la prima su larga scala in 25 anni. Riunendo 100 opere della sua longeva carriera fatta di ben sette decenni, questa ampia monografica esplora la Tanning degli esordi, quando approfondisce il linguaggio del Surrealismo – da lei incontrato per la prima volta a New York negli anni ’30 – fatto di dipinti e sculture enigmatiche, fino ai suoi ultimi anni come pittrice, poetessa e scrittrice (la sua ultima raccolta di poesie, Coming to That, è stata pubblicata all’età di 101 anni). La svolta arriva negli anni ’40, quando il suo autoritratto Compleanno del 1942 attira l’attenzione del collega artista Max Ernst, tanto da condurli all’altare nel 1946: il suo lavoro di allora ne rimane influenzato, mischiando il familiare con l’insolito, indagando il desiderio e la sessualità. A metà degli anni ’60 Tanning utilizza la sua macchina da cucire per realizzare sculture “morbide” molto originali che saranno al centro della mostra. Queste forme artigianali, antropomorfe, tra corpi e oggetti, ispireranno molti scultori surrealisti e figure chiave dell’arte contemporanea come Louise Bourgeois e Sarah Lucas. Ecco le immagini…

Claudia Giraud

Dorothea Tanning
Dal 27 febbraio al 9 giugno 2019
Tate Modern, Bankside, London SE1 9TG
https://www.tate.org.uk

Dati correlati
AutoriDorothea Tanning, Max Ernst
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).

LEAVE A REPLY