Il mecenate Jorge M. Pérez dopo aver fondato l’omonimo mega museo di Miami ora istituisce premi

Il noto magnate e collezionista, a cui è intitolato il museo d’arte contemporanea di Miami, ha promosso due premi rivolti ad artisti della Florida e per catturare l’attenzione del mondo dell’arte internazionale…

Pérez Art Museum Miami - photo Armando Colls (MannyofMiami.com)
Pérez Art Museum Miami - photo Armando Colls (MannyofMiami.com)

Che Miami sia ormai una meta imperdibile per tutti i protagonisti dell’art system internazionale lo sapevamo già, grazie alla sua art week capitanata da Art Basel che ogni anno, nel mese di dicembre, attira galleristi, collezionisti e artisti da tutto il mondo. Appuntamento mondano e (soprattutto) soleggiato, che rendono Miami per l’appunto una “meta”, ma non un “centro” d’arte contemporanea, in cui quest’ultima venga promossa e caldeggiata, in particolare quella locale. Deve essere stato questo l’assunto che ha spinto Jorge M. Pérez – magnate del mercato immobiliare americano presidente della Related Group, noto collezionista d’arte e soprattutto il maggiore sostenitore del museo d’arte contemporanea di Miami, che in suo onore è stato chiamato appunto Pérez Art Museum – a istituire due premi rivolti ad artisti della Florida e latinoamericani, in collaborazione con  la National YoungArts Foundation e il già citato Pérez Art Museum. Caratteristica dei due premi? Gli artisti aggiudicatari potranno utilizzare e investire il denaro liberamente, senza vincoli o restrizioni di sorta.

MIAMI AL CENTRO DEL MONDO DELL’ARTE (?)

“Ci sono molti premi importanti per i quali molti artisti si battono, che si tratti del Turner Prize o dell’Hugo Boss Prize; vogliamo davvero che Miami e il PAMM facciano parte di quel confronto”, ha dichiarato ad artnews Patti Hannah, la principale curatrice di Pérez e direttore artistico della sua società immobiliare. I premi rappresentano quindi un modo per Pérez per sostenere e promuovere gli artisti di Miami e di portare l’attenzione internazionale sulla scena culturale della Florida.

I PREMI

Il Jorge M. Pérez Award offre un premio pari a 25.000 dollari a un alunno di arti visive della National YoungArts Foundation di Miami, mentre il Jorge and Darlene Pérez Award, dal valore di 50.000 dollari, è rivolto a un artista selezionato dal Pérez Art Museum.
Il premio in collaborazione con la YoungArts Foundation – una non profit che sostiene studenti delle scuole superiori che hanno un particolare talento nelle arti visive, letterarie, del design e dello spettacolo – è stato aggiudicato dal designer Chat Travieso e dalla pittrice Kathia St. Hilaire, entrambi nativi di Miami e oggi rispettivamente residenti a New York e nel Connecticut. Il vincitore del Jorge e Darlene Pérez Award sarà annunciato il prossimo marzo in occasione dell’annuale PAMM Art of the Party.

– Desirée Maida

www.pamm.org

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.

1 COMMENT

  1. , “Ci sono molti premi importanti per i quali molti artisti si battono, che si tratti del Turner Prize o dell’Hugo Boss Prize; vogliamo davvero che Miami e il PAMM facciano parte di quel confronto”,
    Il Turner Prize è riservato agli inglesi, che senso ha il paragone?

Comments are closed.