Al via Cosmoscow 2018, la fiera internazionale d’arte contemporanea di Mosca. Le immagini

Ha aperto i battenti la sesta edizione di Cosmoscow, la fiera d’arte contemporanea russa in netta crescita. E, tra gallerie internazionali, nuove sezioni e grandi sponsor, si riconferma come una rassegna da tenere d’occhio. Le immagini…

Ha aperto i battenti Cosmoscow, la fiera d’arte contemporanea russa, che dal 7 al 9 settembre anima gli spazi del Gostiny Dvor, uno tra gli edifici più belli della città, l’antico mercato coperto di Mosca. Fondata nel 2010 da Margarita Pushkina, collezionista con un passato nel private banking, per colmare la mancanza di una fiera dal profilo internazionale, Cosmoscow è stata sospesa per qualche anno per ricominciare nel 2014, con l’ingresso di Sandra Nedvetskaia, art-advisor a Zurigo con alle spalle una lunga carriera da Christie’s. Accolta all’inizio tiepidamente, la fiera, giunta alla sua sesta edizione, è decisamente in crescita. Merito di due sponsor di altissimo livello – Credit Suisse e Qatar Airways – ma anche segno che l’interesse per l’arte contemporanea sta crescendo in Russia non solo tra i collezionisti di alta fascia ma anche tra la classe media. E tra le gallerie occidentali. L’edizione 2018 ospita 70 spazi provenienti da Belgio, Bulgaria, Estonia, Georgia, Regno del Bahrain, Lettonia, Lituania, Norvegia, Russia e Polonia. La novità di questa edizione è l’introduzione di tre nuove sezioni: Design, che accoglie pezzi progettati da artisti russi e internazionali, Edizioni, che accoglie le gallerie che lavorano con stampe e multipli e Frame, incentrata sulle gallerie sperimentali senza uno spazio espositivo fisso. Le immagini.

-Mariacristina Ferraioli

Mosca // dal 7 al 9 settembre 2018
Cosmoscow International Contemporary Art Fair
Gostiny Dvor
www.cosmoscow.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Mariacristina Ferraioli
Mariacristina Ferraioli è giornalista, curatrice e critico d’arte. Dopo la laurea in Lettere Moderne con indirizzo Storia dell’Arte, si è trasferita a Parigi per seguire corsi di letteratura, filosofia e storia dell’arte presso la Sorbonne (Paris I e Paris 3). Ha conseguito il Master in Organizzazione e Comunicazione delle Arti Visive presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. Ha vinto la Residenza per Curatori della Dena Foundation for Contemporary Art presso il Centre International d’Accueil et d’Echanges des Récollets di Parigi. Ha lavorato al Centre Pompidou collaborando alla realizzazione della mostra “Traces du Sacré” e ha pubblicato un testo critico sul catalogo della mostra. Ha coordinato l’ufficio Master dell’Accademia di Belle Arti di Brera e ha curato mostre sia in Italia che all’estero. Redattrice di Artribune, collabora stabilmente con Cosmopolitan Italia e Icon Design. Sta conseguendo un dottorato in Comunicazione e mercati: Economia, Marketing e Creatività presso l’Università Iulm di Milano ed è docente a contratto presso diverse istituzioni tra cui l’Accademia di Belle Arti di Brera.