Reagire allo spazio. Tre artiste a Venezia

Galleria Alberta Pane, Venezia ‒ fino al 29 settembre 2018. La ricerca visiva di Luciana Lamothe, Marie Lelouche ed Esther Stocker trova nella galleria lagunare uno sfondo accogliente. Alla scoperta dei legami fra arte, architettura e percezione.

Extendend Architectures, la quarta mostra allestita nella sede veneziana della galleria diretta da Alberta Pane, non è solo un omaggio alla kermesse appena inaugurata fra l’Arsenale e i Giardini, ma innesca una riflessione sottile attorno al gesto dell’artista e al suo riverbero nello spazio attraverso le logiche percettive del pubblico. Le “architetture” messe a punto dalle tre artiste prendono possesso del luogo a partire da input differenti, che convergono, tuttavia, in un testo visivo organico.
La pittura-installazione di Esther Stocker mescola ordine e disordine in un sistema aperto, la cui forma imprevedibile rompe le regole del supporto, estendendosi alla parete. Una conquista silenziosa dello spazio che caratterizza anche l’intervento di Marie Lelouche, un mix di scansioni 3D e scultura “reale” offerto allo sguardo per mezzo di un visore, nel quale i due ambiti si ricompongono in ibridi architettonici sempre diversi. L’ambiguità della materia è invece al centro dell’opera di Luciana Lamothe, strutture parzialmente sospese che uniscono la resistenza dell’acciaio alla morbidezza di forme flessibili, ponendo in discussione le solide categorie percettive.

Arianna Testino

Evento correlato
Nome eventoExtended Architectures
Vernissage26/05/2018 ore 17
Duratadal 26/05/2018 al 29/09/2018
AutoriEsther Stocker, Marie Lelouche , Luciana Lamothe
Generiarte contemporanea, collettiva
Spazio espositivoGALLERIA ALBERTA PANE
IndirizzoDorsoduro 2403/H, Calle dei Guardiani, 30123 - Venezia - Veneto
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Arianna Testino
Nata a Genova nel 1983, Arianna Testino si è formata tra Bologna e Venezia, laureandosi al DAMS in Storia dell’arte medievale-moderna e specializzandosi allo IUAV in Progettazione e produzione delle arti visive. Dal 2015 lavora nella redazione di Artribune. Attualmente dirige l’inserto cartaceo Grandi Mostre ed è content manager per il sito di Sky Arte, curato da Artribune. Nel 2012 ha pubblicato il saggio "Michelangelo Pistoletto. L'unione di vita, parole e opera" e nel 2016 "Un regard sur l’art contemporain italien du XXIe siècle" (con Marco Enrico Giacomelli).