Q-International e Q-Rated della Quadriennale di Roma. Bandi per l’arte italiana all’estero

Nell’ambito della programmazione del triennio 2018-2020 della Quadriennale di Roma, nasce il primo finanziamento a organizzazioni straniere per iniziative espositive all’estero a sostegno di artisti italiani.

Q - International
Q - International

Ne parlavamo poco tempo fa nella nostra intervista al direttore artistico della Quadriennale di Roma, Sarah Cosulich, ed ora ci si può finalmente candidare. Stiamo parlando dei bandi Q-International, l’iniziativa di sostegno all’arte italiana all’estero, e di Q-Rated, che promuove il dialogo tra artisti e curatori italiani e internazionali.  Quest’ultimo con scadenza fissata al 4 maggio.

I BANDI

Con Q-Rated e Q-International la Quadriennale desidera contribuire con una strategia concreta e continuativa al sistema dell’arte nel nostro paese”, raccontava ad Artribune Cosulich. “Vogliamo diventare un punto di riferimento, un luogo di incontro, un partner per gli artisti e anche per le istituzioni. Entrambe sono iniziative che ci permetteranno di conoscere, scoprire e approfondire il lavoro di molti artisti rappresentando quindi anche un effettivo strumento di ricerca e percorso di avvicinamento alla mostra”. In particolare, grazie al lancio della prima sovvenzione dedicata a sostenere istituzioni e organizzazioni estere che mettono in mostra artisti italiani, denominata Q-International, si potrà aumentare la visibilità dei nostri artisti e nel contempo instaurare un rapporto costante e duraturo con tutte quelle organizzazioni pubbliche o private non italiane, senza scopo di lucro, il cui obiettivo è la promozione dell’arte contemporanea.

CHI PUÒ PARTECIPARE

Potranno inviare domanda di partecipazione per progetti che si svolgeranno tra il  1° settembre 2018 e il 31 agosto 2019 e che coinvolgeranno uno o più artisti italiani, istituzioni e realtà straniere non-profit, con sede legale non in Italia e attive almeno dal 2014, che abbiano come finalità la promozione delle arti visive contemporanee, quali ad esempio musei, enti, istituti universitari, kunsthalle, kunstverein, kunsthaus, centri per l’arte contemporanea, fondazioni, spazi alternativi, associazioni culturali e manifestazioni quali biennali, triennali, quadriennali. Il finanziamento che ciascun soggetto proponente potrà chiedere – relativo ai costi organizzativi delle manifestazioni, dal trasporto e assicurazione delle opere alle spese di viaggio e ospitalità degli artisti, ai contributi per performance o pubblicazioni, con l’esclusione di costi relativi alla produzione delle opere – non potrà superare l’importo massimo di 12 mila euro, comprensivo di ogni onere di legge. Le domande pervenute saranno oggetto di valutazione da parte di un comitato scientifico composto da Cristiana Collu (direttrice della Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, Roma), Alberto Garutti (artista e docente), Cesare Pietroiusti (artista e docente), Andrea Viliani (direttore del MADRE – Museo d’arte contemporanea Donnaregina, Napoli). Del comitato scientifico, che sarà presieduto da Franco Bernabè presidente della Fondazione, faranno parte il direttore artistico Sarah Cosulich e il curatore Stefano Collicelli Cagol. La scadenza per il bando Q-International è fissata all’11 giugno 2018.

 Claudia Giraud

http://jobs.artribune.com/open_competitions.php?parola_chiave=bando+q-international+la+quadriennale+di+roma+primavera+2018&dove=Where%3F

http://jobs.artribune.com/competitions/open-call-q-rated-primo-workshop-per-giovani-artisti-e-curatori-roma-2018/2663.php

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).