Caravaggio incontra l’arte contemporanea. A Napoli

Pio Monte della Misericordia, Napoli ‒ fino al 30 giugno 2018. Di fronte al Caravaggio, l’arte contemporanea s’ispira alla misericordia e il corto circuito visivo che ne deriva ha esiti affascinanti.

La contaminazione antico-contemporaneo, per qualcuno ancora incomprensibile, può essere un binomio illuminante. Dialogare con Caravaggio e il suo entourage, in uno dei templi sacri del ‘600, spettacolarizzare l’arte sacra e contagiare con la vita un luogo recintato dalla storia è un’operazione spericolata, ma che nei musei italiani sta raccogliendo i suoi frutti.
La storia non si ferma e l’arte non fa salti, verrebbe voglia di dire, mentre il progetto Sette opere per la Misericordia, curato da Mario Codognato, è giunto alla sua penultima edizione promuovendo ancora le sette borse di studio per artisti talentuosi dell’Accademia di Belle Arti di Napoli.
La cappella del Pio Monte della Misericordia schiude le porte agli artisti internazionali che partecipano all’edizione 2018, nuovamente interpreti della “misericordia”, così come era stato quattrocento anni fa. Sperimentazioni fotografiche, scultoree e pittoriche abbracciano lo spazio, in un continuo rimando fra tradizione e innovazione. Le opere, dopo l’esposizione, saranno donate al Pio Monte della Misericordia e rientreranno nella sezione contemporanea, che già vanta oltre quaranta lavori di importanti artisti e altrettanti di giovani talenti dell’Accademia di Belle Arti di Napoli.

Ivana Porcini

Dati correlati
Spazio espositivoPIO MONTE DELLA MISERICORDIA
IndirizzoVia Dei Tribunali 253 - Napoli - Campania
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Ivana Porcini
Ivana Porcini (Napoli 02/08/71), laureata in lettere moderne e conservazione dei beni culturali. Specializzata in storia dell’arte, docente di Pedagogia dell’arte presso l’università Suor Orsola Benincasa di Napoli, scrittrice, docente di italiano e latino, gallerista. Ha curato numerose mostre di arte antica e contemporanea e partecipato a diversi corsi intensivi di formazione didattica all’arte, in particolare Artebambini a Bologna e Associazione Bruno Munari con Beba Restelli a Milano.