84 manichini sul tetto dell’emittente ITV da Mark Jenkins a Londra. Ed è subito polemica

Installazione shock o cattivo gusto? L’artista Mark Jenkins ha installato 84 manichini sul tetto dell’emittente televisiva ITV per attrarre l’attenzione sul tema dei suicidi in Inghilterra. Ma l’opinione pubblica non ci sta.

Mark Jenkins
Project 84 l’installazione dell’artista americano Mark Jenkins

Si intitola Project 84 l’installazione dell’artista americano Mark Jenkins (in collaborazione con la sua collaboratrice Sandra Fernandez) realizzata per conto dell’associazione CALM (Campaign Against Living Miserably), 84 manichini installati, a Londra, dal 26 marzo, sul tetto dell’emittente televisiva ITV, nel palazzo lungo la Southbank Promenade. L’installazione vuole attirare l’attenzione sugli 84 uomini (in media) che ogni settimana si uccidono nel Regno Unito. Secondo le statistiche shock un uomo ogni due ore. Il sito web del progetto ha raccolto inoltre diverse commoventi storie dei parenti di chi si è ucciso. La campagna è sponsorizzata dal brand di prodotti per la rasatura Harry’s che nel 2017 ha realizzato lo studio più accurato, in UK, sul “benessere degli uomini”. Nel frattempo l’installazione sta destando enorme scalpore tra i media e tra il pubblico inglese, ed effettivamente è abbastanza impressionante vedere, dalla strada, tutti questi “uomini” aggettanti dal palazzo, sul punto di cadere.  Ecco le immagini dell’intervento.

Mario Bucolo

https://www.projecteightyfour.com

Dati correlati
AutoreMark Jenkins
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Mario Bucolo
Mario Bucolo è fotografo professionista (awards winners come si dice di chi ha ricevuto premi e riconoscimenti internazionali), pur amando definirsi ‘artigiano dell’immagine’, specializzato in architettura, landscape, viaggi. Catanese, vive e lavora a Londra da alcuni anni. Ma Mario Bucolo è anche un esperto in marketing, comunicazione, visibilità e social media prevalentemente per i musei e per il settore cultura, lavorando e presentando studi nel settore sin dal 1991, anche nel ruolo di co-fondatore dell'iniziativa Europea 'Medici Framework' e di editore del portale mondiale sui musei. Nel 2008 ha contribuito, come guest author, all'ultimo libro di Philip e Neil Kotler sul marketing per i musei con un capitolo su "Musei ed E-communication". Nel 2010 è stato candidato alla presidenza di ICOM Italia. Prima ancora, dal 1984, è stato tra i pionieri europei delle applicazioni multimediali interattive (kiosk, Laser disc, Cd-Rom etc).