Lentezza letteraria. Botto&Bruno a Torino

Alberto Peola Arte Contemporanea, Torino ‒ fino al 23 dicembre 2017. Il duo composto da Gianfranco Botto e Roberta Bruno anima gli spazi della galleria torinese. Con una serie di interventi in cui risuonano echi letterari e dettagli nascosti.

La commistione tra letteratura e storia dell’arte è necessaria e ormai risaputa; spesso pare una questione trita e scontata, ma Botto&BrunoGianfranco Botto (Torino, 1963) e Roberta Bruno (Torino, 1966) ‒ vogliono ricordarlo con cosciente autocritica. Ecco allora che il titolo stesso della loro esposizione, White noise, è omonimo del romanzo di Don DeLillo; ecco che il paesaggio apocalittico e venefico delle periferie si staglia sulla monotonia del quotidiano come La nube purpurea di Shiel. E ancora: la sala dei disegni diventa la realizzazione salvifica di Ventimila leghe sotto i mari di Verne – ma anche, considerato l’eccidio vibrante dell’impazienza, una trasposizione della Recherche proustiana. Insomma, lo spazio diventa Una stanza tutta per sé che l’osservatore deve riordinare in ogni suo particolare: fogli stropicciati, dettagli nascosti dal sentore di verità, dilatazioni e rimpicciolimenti, accumuli grafici attuali, segni pittorici antichi che imitano quelli fonetici. La regola è la lentezza, la selezione del frammento che dal fantastico al reale ricostruisce una storia personale, diversa per ognuno; una traccia di noi nella trama che custodisce l’immagine – e qui si smette di “leggere” per contemplare.

Federica Maria Giallombardo

Evento correlato
Nome eventoBotto&Bruno - White noise
Vernissage04/11/2017 ore 16-23
Duratadal 04/11/2017 al 03/02/2018
Autore Botto e Bruno
CuratoreLea Mattarella
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoALBERTO PEOLA - ARTE CONTEMPORANEA
IndirizzoVia Della Rocca 29 - Torino - Piemonte
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Federica Maria Giallombardo
Federica Maria Giallombardo nasce nel 1993. Consegue il diploma presso il Liceo Scientifico Tradizionale “A. Avogadro” (2012) e partecipa agli stage presso l’Assessorato alla Cultura della Provincia di Biella (2009-2012). Frequenta la Facoltà di Lettere Moderne presso l’Università degli Studi di Torino, laureandosi nel 2016 con una tesi di ricerca di Filologia Italiana sull’epistolario di Vittorio Alfieri. Partecipa come relatrice alla X edizione della Scuola di Alta Formazione “Cattedra Vittorio Alfieri” nel settembre 2016. Collabora con la Fondazione Centro Studi Alfieriani e con Palazzo Alfieri. È associata alla Biblioteca Medicea Laurenziana di Firenze. Scrive recensioni per la webzine «OUTsiders». In occasione di Artissima 2016, partecipa al progetto “Ekphrasis 21”. Collabora con diversi artisti, tra cui Giuseppe Palmisano, Massimo Brunello e Stefania Fersini, dei quali cura il portfolio e i comunicati stampa.