Una mostra di pancia. Andreas Zampella a Campobasso

L’Aratro, Campobasso – fino al 23 gennaio 2018. La mostra “Dinamiche”, nello spazio d’arte creato da Lorenzo Canova nell’Università degli Studi del Molise, fa parte di un percorso cominciato molti anni fa dall’artista salernitano. La sua pittura, realizzata a collage, è un viaggio intimo, oltre tempo e spazio.

Una mostra “di pancia” quella che la Galleria Gino Marotta – l’Aratro di Campobasso, all’interno dell’Università del Molise, dedica ad Andreas Zampella, salernitano classe 1989. L’esposizione, dal titolo Dinamiche, a cura di Lorenzo Canova e Piernicola Maria Di Iorio, è il terzo appuntamento (e l’ultimo) dell’inverno 2017.
Precarietà e introspezione sono protagoniste nella riflessione intima dell’artista, che conduce lo spettatore a caccia di un referente figurativo nelle grandi tele che compongono il percorso. Queste sono a volte appese al chiodo, come desidera la tradizione, altre poggiate su pericolanti trabattelli posti direttamente sul pavimento, scendendo ad altezza di ombelico – topos della sua pittura a collage – e costringendo il visitatore quasi a inginocchiarsi per guardare meglio. Come scrive Annalisa Ferraro, “l’artista dà vita a un organo che respira [….] e che vive nell’estremo ma con l’ inconsapevole bisogno di rimpossessarsi del proprio tempo”. In un viaggio che Zampella conduce da diversi anni si infrangono tempo e spazio: l’essere umano diventa l’epicentro di un movimento spiraliforme che si ripete all’infinito. Siamo tutti dentro il vortice della vita, sembra dire. Tutto si ripete uguale, bellissimo, ci avvolge, ci stravolge. Per sempre.

Santa Nastro

Evento correlato
Nome eventoAndreas Zampella - Dinamiche
Vernissage23/11/2017 ore 18
Duratadal 23/11/2017 al 23/01/2018
AutoreAndreas Zampella
CuratoriLorenzo Canova, Piernicola Maria Di Iorio
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoARATRO
IndirizzoVia Francesco De Sanctis - Campobasso - Molise
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.