Le opere di Daniele Galliano nella cripta dell’Abbazia di Santa Maria di Cavour in Piemonte

Nella cripta di un’abbazia benedettina risalente all’anno mille, dove si trova il più antico altare del territorio piemontese, si compie il rito collettivo dell’artista Daniele Galliano. Un viaggio catartico che ripopola il complesso monastico abbandonato da decenni.

Nel Parco Naturale della Rocca di Cavour, a pochi chilometri da Torino, sorge il complesso monastico di Santa Maria di Cavour, con la compostezza millenaria dell’omonima Abbazia benedettina. Dopo decenni d’abbandono, la chiesa rappresenta oggi una splendida testimonianza di recupero artistico e funzionale di un edificio che si distingue per la presenza nella cripta del più antico altare della regione. Proprio all’interno di questi spazi è allestita la mostra Follia Sacra di Daniele Galliano (Pinerolo, 1961). Qui, in questo luogo intriso di spiritualità e di esperienze umane, che si compie l’incontro tra architettura millenaria e arte contemporanea. Le tele in mostra raccontano di volti che sembrano prendere forma attraverso pennellate gestuali. A ben guardare è il volto dell’artista che appare e scompare come fosse una proiezione di luci, in una dimensione sospesa tra sogno e veglia, sul limite tra luce e tenebre: in questi autoritratti sembra quasi esserci tutta la “folla” di io che un essere umano contiene dentro di sé. Ecco le immagini.

– Claudia Giraud

Evento correlato
Nome eventoDaniele Galliano - Follia Sacra
Vernissage01/11/2017
Duratadal 01/11/2017 al 07/01/2018
AutoreDaniele Galliano
CuratoriBruna Genovesio , Claudio Petronella
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoABBAZIA DI SANTA MARIA DI CAVOUR
Indirizzovia Saluzzo, 72 10061 - Cavour - Piemonte
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).