Apre Cascina Maria, nuovo concept-space in provincia di Novara ideato da Nicoletta Rusconi

Una residenza per artisti immersa nella natura, ma anche una piattaforma per le gallerie per esporre opere di grandi dimensioni, altrimenti difficoltose da installare in piccoli spazi. Si tratta di Cascina Maria, il nuovo concept-space ideato da Nicoletta Rusconi che inaugurerà il prossimo 16 settembre nelle campagne di Agrate Conturbia, piccolo centro in provincia di Novara

Cascina Maria, panoramica
Cascina Maria, panoramica

Se il mondo dell’arte contemporanea si muove nelle grandi città, scenari di fiere e biennali, sedi delle più rinomate gallerie e piazze in cui si sviluppano le principali dinamiche del mercato, è anche vero che, negli ultimi tempi, l’arte sta iniziando a battere sentieri meno battuti, concettualmente ma anche geograficamente. È il caso di Cascina Maria, nuovo concept-space dedicato all’arte contemporanea immerso nelle campagne di Agrate Conturbia, piccolo comune in provincia di Novara, ideato, promosso e curato da Nicoletta Rusconi.

Cascina Maria
Cascina Maria

UNA RESIDENZA IMMERSA NELLA NATURA

Attiva da sempre nel mondo dell’arte contemporanea, da decenni figura di riferimento nell’ambito milanese come art dealer, gallerista, PR e promotrice di artisti attraverso partnership con fondazioni, musei e fondazioni o, per dirla con le sue parole, “promuovendo gli artisti coniugando arte e impresa”, Nicoletta Rusconi adesso si cimenta in questa nuova avventura, reinventando la sua tenuta di campagna di duemila metri quadrati in residenza artistica, parco di sculture e di progetti espositivi temporanei dedicati alla fotografia. Un progetto complesso, che coinvolgerà artisti e gallerie e inaugurerà il prossimo 16 settembre. “La residenza nasce da un’idea che ho sempre avuto nel cuore”, racconta Rusconi ad Artribune. “Tre anni fa a Milano ho aperto il ‘Nicoletta Rusconi Art Project’, proponendo un nuovo modello di impresa culturale, dopo le precedenti esperienze delle gallerie ‘Fotografia Italiana’ e ‘Nicoletta Rusconi’. Ho realizzato tanti progetti, ma considero la campagna il mio habitat ideale e già da un po’ di tempo sentivo l’esigenza di guardare oltre i confini milanesi. Negli ultimi anni ho visitato residenze artistiche in tutta Europa per capirne i modelli. Da queste suggestioni ho deciso di creare una residenza diversa dalle altre, in piena campagna, così da spingere gli artisti a confrontarsi con la natura”.

Nicoletta Rusconi, 2014 - photo Pio Tarantini
Nicoletta Rusconi, 2014 – photo Pio Tarantini

UNO SPAZIO PER ACCOGLIERE OPERE DI GRANDI DIMENSIONI

In particolare, l’idea di Nicoletta Rusconi nasce dalle esigenze e dai problemi logistici che spesso colpiscono collezionisti e gallerie quando si ha a che fare con opere di grandi dimensioni. “Da collezionista, mi sono posta il problema della fruizione di opere di grandi dimensioni, impossibili da tenere in casa o da esporre in una galleria. Ho seguito con interesse Unlimited Art Basel, e ho ripensato alle difficoltà avute durante la mia attività di gallerista quando dovevo invitare artisti con opere molto grandi. Da qui è nata la mia idea: ho una casa molto grande con ampio giardino, ideale per accogliere sculture di notevoli dimensioni. Inoltre ho pensato di utilizzare gli spazi interni per esporre le mie collezioni di fotografia e libri”. La parte più innovativa e sperimentale della residenza è sicuramente Country Unlimited, un progetto che coinvolge 5 gallerie – Raffaella Cortese, Kaufmann Repetto, Giò Marconi, Francesca Minini, Massimo Minini – che interesserà il parco della tenuta, che diventerà una galleria a cielo aperto di sculture ambientali e di grandi dimensioni. Dal 16 settembre al 16 novembre saranno in mostra le opere di Francesco Arena, Miroslaw Balka, Matthias Bitzer, Monica Bonvicini, Mattia Bosco, Latifa Echakhch, Dan Graham, Paolo Icaro, Carlo Ramous e Markus Schinwald.

Cascina Maria
Cascina Maria

I PROSSIMI PROGETTI

I.D.E.A. – Independent Domus Exhibiting Art è invece la residenza per artisti progettata da Nicoletta Rusconi Art Projects, che due volte all’anno ospiterà nello spazio della foresteria un artista italiano e uno straniero, invitati a interrogarsi sul rapporto arte e natura e a produrre nuove opere ispirate al luogo. Il primo artista invitato è l’italiano Riccardo Beretta (Milano, 1982), che realizzerà un’opera di grandi dimensioni appositamente pensata per il parco e che, sempre dal 16 settembre al 16 novembre, sarà protagonista di una mostra personale all’interno della Project Room. Spazio anche alle estemporanee di fotografia, con la prima mostra che coinvolgerà Luca Gilli (Reggio Emilia, 1965), in collaborazione con paola sosio contemporary art│milano. Infine, i tre appartamenti di Cascina Maria custodiscono opere della collezione privata di Nicoletta Rusconi, come la carta da parati dipinta da Donatella Spaziani, il wall-paper di Davide Tranchina, il pavimento di Flavio Favelli e una porta di Alexeij Koschkarov. Durante il periodo delle mostre, Cascina Maria sarà visitabile su appuntamento.

– Desirée  Maida

Cascina Maria
Dal 16 settembre al 16 novembre 2017
Via Motto 11, Agrate Conturbia (NO)
[email protected] | [email protected]

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.