A Torino, l’universo fragile di Alice Serafino

Elena Salamon Arte Moderna, Torino – fino all’8 luglio 2017. Si ispira a Man Ray l’artista pinerolese, con le sue rayografie e cianotipie dall’inconfondibile colore blu di Prussia, dove impressiona piccoli elementi tratti dal mondo naturale e non. Come un seme di tarassaco, una piuma o ali di farfalla.

La piccola sagoma di un uomo, in equilibrio su un filo sottile come la lama di un rasoio, lascia dietro di sé una scia di Pensieri controvento, ottenuti mediante l’impressione di minuscole lettere di plastilina su carta sensibile. Il fotogramma è uno dei pochi che rappresenta la figura umana tra i tanti, a prevalenza botanico-naturalistica, presenti nella mostra personale di Alice Serafino (Pinerolo, 1980), dal titolo Buio Luce e Meraviglia, ospitata nella stretta ma accogliente Elena Salamon Arte Moderna, la galleria che si affaccia nella piazzetta più parigina di Torino: piazza IV marzo.
A ispirare la sua opera è il pensiero dadaista di Man Ray, che rinunciò alle tecniche tradizionali utilizzando materiali e procedimenti in maniera non convenzionale. Allo stesso modo Serafino realizza le sue opere in un laboratorio, un non-luogo, fatto di cianotipie e rayografie, dalla fortissima eleganza poetica.

Claudia Giraud

Evento correlato
Nome eventoAlice Serafino - Buio Luce e Meraviglia
Vernissage08/06/2017 ore 18
Duratadal 08/06/2017 al 08/07/2017
AutoreAlice Serafino
Generiarte contemporanea, personale, disegno e grafica
Spazio espositivoELENA SALAMON ARTE MODERNA
IndirizzoVia Torquato Tasso 11 torino - Torino - Piemonte
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).