Colore e fiamme. Bernard Aubertin a Genova

ABC Arte, Genova – fino al 15 maggio 2017. Colore prima e fuoco poi animano le opere dell’artista scomparso nel 2015. Protagonista della monografica genovese.

Bernard Aubertin, Livre brulé, 1974 (particolare). Photo Linda Kaiser
Bernard Aubertin, Livre brulé, 1974 (particolare). Photo Linda Kaiser

Tutto avviene a causa di un incontro, nel 1957, a Parigi. Bernard Aubertin (Fontenay-aux-Roses, 1934 – Reutlingen, 2015) scopre le opere di Yves Klein ed è “impressionato” dai suoi quadri monocromi. “Non ho trovato il suo problema insolito: semplicemente, mi ha entusiasmato”, scriverà nel 1961, nel suo Esquisse de la situation picturale du rouge dans un concept spatial.
La situazione pittorica del rosso, che dà il titolo alla mostra genovese, è quella in cui Aubertin si immerge già dal 1958. Al monocromo blu, specchio dell’immaterialità del pensiero di Klein, fa eco il suo monocromo rosso, espressione di vitalità, contraltare alla propria introversione, slancio verso l’esterno, pura energia, simbolo di forza, ma anche di sangue e amore.
Nel 1962 Aubertin fa parte a buon diritto della collettiva Nul, allo Stedelijk Museum di Amsterdam, come membro fondatore del movimento Zero. Il fuoco entra ora nelle sue opere, ravvivandole ulteriormente, trasformandole e distruggendole per farle rinascere. Alle pareti di ABC Arte si ammirano Tableaux Feu, Tableaux Clous e Parcours d’alumettes, le serie di tele monocrome animate da chiodi o da fiammiferi. Nel silenzio pittorico si colgono qui le variazioni minime – ed effimere – della fiamma: un tocco di leggerezza metafisica.

Linda Kaiser

Evento correlato
Nome eventoBernard Aubertin - Situazione pittorica del rosso
Vernissage10/03/2017 ore 18,30
Duratadal 10/03/2017 al 15/05/2017
AutoreBernard Aubertin
CuratoreFlaminio Gualdoni
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoABC ARTE
IndirizzoVia XX Settembre 11a (16121) - Genova - Liguria
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Linda Kaiser
Linda Kaiser (Genova, 1963) è laureata in Storia della critica d’arte all’Università di Genova, dottore di ricerca in Storia e critica dei beni artistici e ambientali all’Università di Milano, specializzata in Storia dell’arte contemporanea alla Scuola di Specializzazione in storia dell’arte dell’Università di Siena. È critico d’arte contemporanea, giornalista, fotografa e curatore. È specialista di Fluxus, Outsider Art, Mail Art, Arte Povera, Anacronismo, museologia e cultura d’impresa. Cura progetti espositivi presso spazi pubblici e privati (tra questi, Genova, Palazzo Ducale: “Arte Povera: la prima mostra”, 2012; “Andrei Molodkin. Transformers No. M208”, 2014). Ha tenuto seminari di arte presso le Università di Genova, Siena, Milano e Kassel. Già consulente scientifica di Assolombarda, ha contribuito a fondare nel 2001 a Milano l’Associazione Museimpresa. Ha ideato e curato l’Archivio Storico Riva a Sarnico (BG). Sta costruendo l’Archivio Storico Cressi a Genova. È autrice di monografie come “L’Anacronismo e il ritorno alla pittura. L’origine è la meta” (Silvana Editoriale, 2003) e della prima Guida Touring dedicata al “Turismo industriale in Italia. Arte, scienza, industria: musei e archivi d’impresa” (TCI, 2003). Pubblica servizi e foto su Artribune dal 2012; su altri periodici e portali scrive di arte, spettacoli, musica, cultura d’impresa, nautica, food & wine. Elabora e crede in modelli propositivi che promuovano una politica culturale interdisciplinare.