Flavio Favelli apre il negozio temporaneo Univers a Venezia. Con pezzi unici a 20 euro

A metà tra temporary store e vecchia bottega del Sud, il “negozio metafisico” dell’artista sarà un’opera-ambiente, dove sopravvivono altre concezioni rispetto ai prodotti, alla vendita e al guadagno.

Il negozio temporaneo di Flavio Favelli a Venezia
Il negozio temporaneo di Flavio Favelli a Venezia

Nati alcuni anni fa in Gran Bretagna, dal 2005 i temporary store hanno iniziato progressivamente a diffondersi anche in Italia, soprattutto in alcune grandi città come Milano, Roma, Torino, Firenze e Napoli, in risposta ad un mercato sempre più precario, provvisorio e mutevole. Uno di questi negozi che compaiono all’improvviso, cosi come velocemente si dissolvono, aprirà in occasione della 57ma Biennale Internazionale d’Arte di Venezia – per una sola settimana dall’8 al 14 maggio – presso Fondamenta S. Anna (Castello 944, in fondo a via Garibaldi, quindi in zona Arsenale), ma non sarà un esercizio commerciale qualsiasi, concepito per sondare nuovi mercati, misurare il gradimento del consumatore, lanciare un nuovo articolo. Sarà, invece, un’opera d’arte di Flavio Favelli (Firenze, 1967) che, reduce dall’intervento site specific (ancora in corso) presso l’Albergo Diurno ”Venezia” in Piazza Oberdan a Milano, torna in Laguna, dopo le sue due precedenti esperienze alla Biennale di Venezia del 2003 e del 2013, con questo lavoro intitolato UNIVERS. Un negozio metafisico.

UN’OPERA-AMBIENTE

Un negozio di cose uniche ed esclusive che costano poco può essere solo un’opera d’arte” – ha dichiarato l’artista – “penso a un negozio non conforme alla legge globale della società e del mercato, secondo cui la qualità si paga ed ha un costo elevato”. Si tratterà, infatti, di un’opera-ambiente, pensata per vivere una situazione diversa dalla dimensione commerciale, una situazione “metafisica”, dall’atmosfera più simile a quella di una vecchia bottega del Sud, dove il rapporto umano con il cliente è a volte più importante della vendita del prodotto. Che, comunque, non mancherà, perché in questo “negozio metafisico” una collezione di opere composta da oggetti unici, originali, firmati e siglati da Favelli, sarà venduta a un costo di 20 euro al pezzo.

Claudia Giraud

Evento correlato
Nome eventoFlavio Favelli - Univers. Negozio metafisico
Vernissage08/05/2017 ore 12
Duratadal 08/05/2017 al 14/05/2017
AutoreFlavio Favelli
Generearte contemporanea
Spazio espositivoFONDAMENTA S. ANNA
IndirizzoFondamenta S. Anna Castello 944 - Venezia - Veneto
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).