Anteprima da GAM di Torino e Castello di Rivoli. Insieme e a colori per una doppia mostra

Una mostra ricca di colori e di grandi nomi è il secondo passo della collaborazione tra GAM di Torino e Castello di Rivoli sotto la direzione di Carolyn Christov Bakargiev. Tutte le immagini.

L’emozione dei COLORI, nell’arte, 2017. GAM, Torino
L’emozione dei COLORI, nell’arte, 2017. GAM, Torino

Seconda prova di collaborazione fra GAM di Torino e Castello di Rivoli, sotto l’egida dell’unico direttore Carolyn Christov. Dopo la concettuale (o concettosa) Organismi, quasi a far da contrappasso c’è L’emozione dei COLORI nell’arte, con i “colori” in lettere maiuscole e colorate, un po’ Word Art, un po’ Art Attack. Una mostra ricchissima, con opere da far girar la testa (un paio di Lucio Fontana, per fare un esempio, che da soli valgono la visita).

Un allestimento invece a tratti troppo serrato, soprattutto alla GAM (che apre però con un’opera di Jim Lambie che sarebbe da lasciare in permanenza), meno nella Manica Lunga del Castello, ariosissimo infine al terzo piano del Castello, dove spiccano le sculture di Spalletti, le grandi tele di Griffa e l’installazione pittorica di Henrot. Stavolta il successo di pubblico dovrebbe essere assicurato, mentre sul futuro dei musei incombe l’interrogativo del budget, che definire risicato è un eufemismo.

– Marco Enrico Giacomelli

Evento correlato
Nome eventoL'emozione dei Colori nell'arte
Vernissage13/03/2017 ore 18 su invito
Duratadal 13/03/2017 al 23/07/2017
AutoriAlighiero Boetti, Andy Warhol , Damien Hirst, Giulio Paolini, Paul Klee, Lucio Fontana, Henri Matisse, Vassily Kandinsky, Edvard Munch, Robert Delaunay
CuratoriElena Volpato, Marcella Beccaria, Carolyn Christov-Bakargiev, Elif Kamisli
Generiarte contemporanea, collettiva
Spazio espositivoCASTELLO DI RIVOLI - MUSEO D'ARTE CONTEMPORANEA
IndirizzoPiazza Mafalda Di Savoia - Rivoli - Piemonte
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giornalista e dottore di ricerca in Estetica, ha studiato filosofia alle Università di Torino, Paris8 e Bologna. Ha collaborato all’"Abécédaire de Michel Foucault" (Mons-Paris 2004) e all’"Abécédaire de Jacques Derrida" (Mons-Paris 2007). Tra le sue pubblicazioni: "Ascendances et filiations foucaldiennes en Italie: l’operaïsme en perspective" (Paris 2004; trad. sp., Buenos Aires 2006; trad. it., Roma 2010), "Another Italian Anomaly? On Embedded Critics" (Trieste 2005), "La Nuovelle École Romaine" (Paris 2006), "Un filosofo tra patafisica e surrealismo. René Daumal dal Grand Jeu all'induismo" (Roma 2011), "Di tutto un pop. Un percorso fra arte e scrittura nell'opera di Mike Kelley" (Milano 2014), "Un regard sur l’art contemporain italien du XXIe siècle" (Paris 2016, con Arianna Testino). In qualità di traduttore, ha pubblicato testi di Augé, Bourriaud, Deleuze, Groys e Revel. Nel 2014 ha curato la mostra (al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano) e il libro (edito da Marsilio) "Achille Compagnoni. Oltre il K2". Nel 2018 ha curato la X edizione della Via del Sale in dieci paesi dell'Alta Langa e della Val Bormida. Ha tenuto seminari e lezioni in numerose istituzioni e università, fra le quali la Cattolica, lo IULM, l'Università Milano-Bicocca e l'Accademia di Brera di Milano, la Libera Università di Bolzano, l’Alma Mater di Bologna, la LUISS di Roma, lo IUAV e Ca' Foscari di Venezia, l'Accademia Albertina di Torino. Redige (insieme a Massimiliano Tonelli) la sezione dedicata all'arte contemporanea del rapporto annuale "Io sono cultura" prodotto dalla Fondazione Symbola. Insegna Critical Writing alla NABA di Milano. È vicedirettore editoriale di Artribune e direttore responsabile di Artribune Magazine.