Allegorie alchemiche. Alberto Scodro a Bologna

CAR DRDE, Bologna – fino al 18 marzo 2017. Frutto di ermetici processi di trasformazione ed evoluzione, la costellazione di interventi realizzati da Alberto Scodro restituisce una narrativa ermetica e preziosa.

Alberto Scodro, Untitled (owl #1), 2016
Alberto Scodro, Untitled (owl #1), 2016

La ricerca di Alberto Scodro (Marostica, 1984) accosta due fronti. Chiama in causa la materia e l’assenza di materia per indagare le connessioni fisiche e magiche – non prevedibili – che si innescano tra consistenze oggettive e stati di tensione intangibili. Negli spazi bolognesi sculture di piccole e medie dimensioni, ibride, enigmatiche, autenticamente scalfibili, interconnesse fra loro, ma disseminate nello spazio, mettono a nudo l’incognita di Eocene: la variazione di temperatura e la resa di energia. Per la creazione di questo paesaggio originario e apocalittico l’artista accompagna la spericolata mutazione di materiali naturali e artificiali (sabbie, vetro, pigmenti, ossidi, roccia vulcanica, metalli, gessi e resine), manipolandoli nei passaggi tra stati di aggregazione, come fusione e solidificazione. La materia risorge nei manufatti celesti, offerti al tempo e ai fenomeni insospettabili di una nuova era.

Federica Bianconi

Evento correlato
Nome eventoAlberto Scodro - Eocene
Vernissage28/01/2017 ore 18
Duratadal 28/01/2017 al 18/03/2017
AutoreAlberto Scodro
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoCAR DRDE
IndirizzoVia Azzo Gardino 14a - Bologna - Emilia-Romagna
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Federica Bianconi
Federica Bianconi è architetto, curatore e critico d’arte. Si è laureata in Architettura presso lo IUAV di Venezia e ha frequentato il Master in Management per Curatori di Musei di Arte e Architettura Contemporanea presso il MACRO di Roma nel 2003. Nell'ambito del progetto formativo del Master ha collaborato con il Museo d’arte Contemporanea di Bologna, MAMbo. Ha lavorato presso studi di interior design e con aziende operative nell'ambito della comunicazione e dell'allestimento di spazi espositivi, museali e commerciali in Italia, Francia, Spagna e Inghilterra. In qualità di curatrice indipendente ha ideato e curato mostre personali e collettive. Scrive per le riviste Artribune, Impackt e Kultmagazine. Attualmente vive a Padova, dove lavora come curatrice indipendente e collabora con Cescot Veneto come consulente per la progettazione europea e la formazione finanziata dal fondo sociale europeo.

1 COMMENT

Comments are closed.