Apre a Pontedera il nuovo centro d’arte Palp, nel Palazzo Pretorio. Ecco le immagini delle mostre inaugurali

Uno spazio espositivo di 720 metri quadri con bar e il punto ristoro di circa 350 metri quadri. Debutto con due mostre tra Futurismo e velocità

Tutti in moto, PALP, Pontedera (foto Valentina Silvestrini)
Tutti in moto, PALP, Pontedera (foto Valentina Silvestrini)

Una struttura innovativa e dinamica, con la quale Pontedera vuole inserirsi fin da subito in un ruolo di primo piano nelle dinamiche culturali toscane. Questo il senso delle parole con cui il sindaco Simone Millozzi ha inaugurato il Palp (PALazzo Pretorio), nuovo spazio culturale derivante dalla risistemazione dell’ex tribunale ad opera dell’architetto Giuseppe Colucci. Lavori del costo di circa un milione di euro, sostenuto da una compartecipazione pubblico-privato che ha visto l’intervento anche del museo Piaggio: che hanno portato all’apertura del centro per l’arte Otello Cirri – questo il nome – dotato di uno spazio espositivo di 720 metri quadri al primo piano, mentre nell’ex loggiato è stato ricavato lo spazio per il bar e il punto ristoro, di circa 350 metri quadri.

CURATORI DI LIVELLO INTERNAZIONALE
E anche dal punto di vista operativo trova conferma la determinazione del sindaco di partire con il piede giusto: con la costituzione della Fondazione per la Cultura di Pontedera, che si occuperà della gestione del nuovo centro. E con le mostre inaugurali, appuntamenti capaci di garantire sulla qualità delle scelte e sul prestigio di artisti e curatori coinvolti. Progetti espositivi in qualche modo legati alla storia della città, legata a doppio filo con l’azienda Piaggio: le mostre Tutti in moto – presentata nel nuovo PALP – e Futurismo, velocità e fotografia, nella sede del Museo Piaggio, piccola e preziosa esposizione di fotografia futurista curata dallo specialista Giovanni Lista. La main exhibition, curata da Daniela Fonti e Filippo Bacci di Capaci, presenta – dall’8 dicembre 2016 al 18 aprile 2017 – Il mito della velocità in cento anni d’arte, come recita il sottotitolo, con opere incentrate sulla velocità e l’influenza che ha avuto sulle arti figurative, sugli ideali di vita e sul costume degli italiani dalla fine del XIX secolo agli anni del boom economico. Oltre 150 le opere tra dipinti, sculture, fotografie e manifesti di grandi autori dell’arte italiana, da Fattori a Bianchi, Viani, Gattuso, Ziveri, Severini, Baldessari, Carrà, Boccioni, Balla, Depero. Ne vediamo un ampio racconto nella fotogallery…

Dall’8 dicembre 2016 al 18 aprile 2017
PALP Palazzo Pretorio di Pontedera
Piazza Curtatone e Montanara – Pontedera (Pi)
www.pontederaperlacultura.it
www.museopiaggio.it

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.