Vacanze a Napoli e in Costiera Amalfitana? Le mostre e gli eventi da non perdere nell’estate 2021

Dal MANN di Napoli a Villa Romana a Minori, sono tanti i musei campani che ospitano mostre dal taglio inedito ed eventi o rassegne particolari questa estate. Ecco quali sono

Sono tante le mostre da visitare quest’estate tra Napoli, Capri, Maiori e Minori: ne abbiamo selezionate una manciata per chi passerà qualche giorno in Campania durante le vacanze estive, soprattutto in Costiera Amalfitana. Dai Gladiatori al MANN di Napoli all’alto design svedese di Monica Förster tra i faraglioni di Capri, vediamole nel dettaglio…

– Claudia Giraud 

1. I GLADIATORI AL MANN DI NAPOLI

Gladiatori al MANN di Napoli

La mostra al Museo Archeologico Nazionale di Napoli illustra le “macchine da guerra dell’antichità”, il cui mito perdura attraverso i secoli, attraverso gli oggetti, anche di uso quotidiano, che ne documentano la straordinaria popolarità. “La mostra ha l’ambizione di raccontare non solo il mito, ma anche la dimensione umana del gladiatore”, dichiara il direttore Paolo Giulierini: “non ne nasconde gli elementi più duri, ma li inserisce in una cornice più ampia, rivelando gli uomini sotto gli elmi e il contesto storico in cui vivevano. Da un certo punto di vista è l’esposizione più sofferta e simbolica che abbiamo realizzato al Mann”.

Gladiatori
Fino al 6 gennaio 2022
Mann – Museo Archeologico Nazionale di Napoli, Piazza Museo Nazionale 19
https://mannapoli.it/

2. FESTIVAL DI FOTOGRAFIA A CAPRI

Francesco Jodice

La Fondazione Capri in occasione della XIII edizione del Festival di Fotografia a Capri, ha scelto di raccogliere in un’unica mostra – La fotografia a Capri, una storia di sguardi – negli spazi della Certosa di San Giacomo, tutti i grandi fotografi ed una selezione delle loro produzioni che nel corso degli anni la stessa Fondazione ha commissionato. L’esposizione si pone l’obiettivo di ricostruire una memoria visiva delle moltissime commissioni fotografiche realizzate nell’arco di un decennio dai più importanti autori della scena internazionale. L ’iniziativa si colloca all’ interno del Festival di fotografia di Capri, che come sai si è distinto per saver saputo proporre un’offerta culturale basata sulla continuità delle produzioni culturali. Le immagini in mostra sono, dunque, una selezione, a cura di Denis Curti, dell’intero corpus realizzato nel corso degli ultimi dieci anni, con particolare attenzione a tematiche come il paesaggio, l’architettura, il turismo, la storia, l’archeologia, gli abitanti e la vita quotidiana.

La Fotografia a Capri, una storia di sguardi – Festival di Fotografia a Capri XIII edizione
Dal 29 agosto al 28 settembre 2021
Certosa di San Giacomo, Capri
www.fondazionecapri.org 

3. 25 ANNI DI GUSTA MINORI E VIDEOMAPPING SULLA VILLA ROMANA

Uno dei pavimenti interni della Villa Romana di Minori (Foto Soprintendenza Salerno e Avellino)

A Minori c’è grande attesa per la XXV esima edizione di Gusta Minori che rappresenterà il primo, grande evento di ripartenza in Costiera Amalfitana. “GustaMinori non è una sagra ma è l’evento, unico in Costiera Amalfitana, che unisce la storia archeologica della città con quella popolare”, Antonio Porpora, Direttore di Produzione di GustaMinori. “Lo scorso anno, per la 24esima edizione di GustaMinori, lanciammo per la prima volta Drama De Antiqvis, format teatrale innovativo con scene vive, musiche, canti, testi inediti, con la regia di Lucia Amato. Dimostrammo in questo modo come fosse possibile raccontare la storia di un sito archeologico mediante l’arte teatrale e musicale”. Un format innovativo che ritorna anche quest’anno aggiornato, sotto il nome di Drama De Antiqvis – Fantasite 5.0 che con danza, musiche inedite, canto, ma anche con l’ausilio della tecnologia del videomapping offrirà la possibilità ai visitatori di inoltrarsi nell’atmosfera di epoca romana del primo secolo d.C. 

Gusta Minori 25esima edizione
Dal 21 al 29 Agosto
www.gustaminori.it 

4. LE RIGGIOLE DI GIUSEPPE PALERMO A MAIORI

Giuseppe Palermo

A pochissima distanza da Minori, prima di arrivare ad Amalfi, c’è Maiori: qui, nei bei locali dei Giardini di Palazzo Mezzacapo, è in corso la mostra d’arte contemporanea dal titolo Riggiole dell’artista Giuseppe Palermo che, da qualche anno, ha messo al centro della sua attenzione i decori e i dettagli di piastrelle e maioliche antiche, tipiche della Costiera amalfitana, le riggiole appunto. Tele di grandi dimensioni oppure molto piccole riproducono ad olio le decorazioni di storiche mattonelle dell’antica tradizione vietrese provenienti da collezioni private. 

Giuseppe Palermo – Riggiole
Fino al 14 settembre 2021
Giardini di Palazzo Mezzacapo (locali ex A.A.S.T.), Maiori – Costa d’Amalfi (SA) 

5. L’ALTO DESIGN SVEDESE DI MONICA FÖRSTER TRA I FARAGLIONI DI CAPRI

A Carving Love Story by Monica Forster and Zanat Exhibition Concept

Tra le spettacolari scogliere e il mare azzurro dell’isola di Capri, il dottore svedese Axel Munthe ha trovato un posto da chiamare casa. Villa San Michele, una casa e un giardino mozzafiato costruiti sulle rovine di un antico castello dell’epoca romana e riempiti di arte, storia e curiosi oggetti che hanno in qualche modo colpito Munthe. Circa 125 anni più tardi la designer svedese Monica Förster riceve l’invito a tenere una mostra in questo posto unico. Si chiama Carving a love story, e con i suoi piccoli oggetti d’arredo andrà ad affiancare la collezione di Villa San Michele per un mese. Il progetto è stato sviluppato con Zanat, brand bosniaco di design, di cui Monica Förster è art director sin dal suo esordio nel 2015: una realtà fondata su una tradizionale tecnica di intaglio del legno che viene tramandata da quattro generazioni ed iscritta nella lista UNESCO dei beni immateriali dell’umanità. 

Monica Förster – Carving a Love Story
Dal 26 agosto 2021 al 26 settembre 2021
Villa San Michele, Capri

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).