Torna l’Estate Romana. Il programma di mostre, spettacoli ed eventi fino all’autunno

Svelati gli appuntamenti della rassegna estiva della Capitale, che coinvolgerà le principali istituzioni culturali tra fondazioni, musei e teatri. Lanciato anche l’avviso pubblico per usufruire gratuitamente di spazi all’aperto.

Roma, Palazzo delle Esposizioni, Quadriennale 2020 © Musacchio, Ianniello & Pasqualini
Roma, Palazzo delle Esposizioni, Quadriennale 2020 © Musacchio, Ianniello & Pasqualini

Un’Estate Romana che si allunga sempre più verso l’autunno, ricca di arte, teatro, musica, letteratura, realizzata con la collaborazione delle realtà culturali più rappresentative della città: questa è la stagione promossa dall’assessorato alla Crescita Culturale del Comune di Roma e presentata alla Casa del Cinema di Villa Borghese dalla sindaca Virginia Raggi e dall’assessora Fruci. Un’estate pensata non solo per i romani, ma anche per i turisti che già stanno arrivando in queste ore, come sottolinea la sindaca parlando del volo atterrato un paio di giorni fa con 200 statunitensi. Torna la tradizionale denominazione Estate Romana (dopo la parentesi di Romarama) e viene scelta un’opera conservata alla Galleria d’Arte Moderna GAM di Roma per rappresentare il logo della manifestazione; si tratta di Nuvole di giugno (1925) di Umberto Prencipe, “per rivolgere lo sguardo verso l’alto, al cielo”, spiega LorenzaFruci, “ma è anche un modo per far uscire le nostre opere dalle collezioni”.

Estate Romana 2021
Estate Romana 2021

ESTATE ROMANA 2021

Nel corso della presentazione, la sindaca Raggi e l’assessora Fruci hanno menzionato i fiori all’occhiello del progetto Estate Romana 2021. Fra i municipi di Roma più attivi, c’è il VI (zona Est della capitale, quasi del tutto fuori dal Raccordo Anulare), nel quale si trova il Teatro Tor Bella Monaca, sede di alcuni spettacoli, e il sito archeologico di Gabii, riaperto di recente con una serie di eventi da giugno a settembre. Fra le novità della stagione 2021, c’è l’apertura delle 39 Biblioteche di Roma come sale di lettura all’aperto. E il ritorno di BUFFALO, la manifestazione ospitata nel 2019 al Palazzo delle Esposizioni. L’edizione di quest’anno, a cura di Michele Di Stefano, vede una coproduzione fra Teatro di Roma e Azienda Speciale Palaexpo, con sperimentazioni artistiche segnate da forme di sconfinamento e reciproca valorizzazione fra danza, video-arte, musica, pittura, teatro, installazione. Si parte con un’anteprima a ingresso libero negli spazi di Villa Maraini all’Istituto Svizzero (10 e 11 giugno) fino ad approdare al MACRO (11, 12 e 13 giugno). Non manca la tradizionale stagione shakespeariana del Silvano Toti Globe Theatre, da quest’anno intitolato anche al fondatore Gigi Proietti (Roma, 1940 – 2020), anch’essa protratta fino all’autunno. Attesissima la perfomance di Marina Abramović in un evento speciale il 16 luglio, nell’ambito dell’Estate al MAXXI. Al Teatro Argentina, dal 22 giugno al 4 luglio, con l’installazione performativa Sun & Sea, gli spettatori nei palchi potranno osservare la sinfonia di un coro di 13 bagnanti, sdraiati su una spiaggia di sabbia vista dall’alto, realizzata dalle artiste lituane Rugilė Barzdžiukaitė, Vaiva Grainytė, Lina Lapelytė e curata da Lucia Pietroiusti. Tantissime le mostre in corso, organizzate dalla sovrintendenza capitolina ai Beni culturali: da Back to Nature 2021, a Villa Borghese, aRoma. Nascita di una capitale 1870-1915 a palazzo Braschi. Aperti gli spazi del Circo Massimo, con gli spettacoli del Teatro dell’Opera e Circo Maximo Experience (visita immersiva in realtà aumentata e virtuale), e del Foro di Augusto con il consueto Viaggi nell’antica Roma, di Piero Angela e Paco Lanciano.

MATTATOIO, GAIA, Laboratorio Bambini, Roma
MATTATOIO, GAIA, Laboratorio Bambini, Roma

ANCHE SPAZI LIBERI PER ESTATE ROMANA 2021

Ai 65 progetti che hanno vinto il bando per l’anno 2021, per un ammontare di 1 milione 750mila euro di spesa, è stato aggiunto un avviso pubblico per spazi all’aperto, messi a disposizione per attività culturali da svolgere nell’ambito dell’Estate Romana. Spiega l’assessore alla Crescita Culturale Fruci: “Per snellire la parte burocratica, anziché costituire una commissione che esamini le proposte, abbiamo chiesto agli uffici tecnici di aiutarci nella selezione”. E la sindaca Raggi aggiunge: “se il luogo non presenta particolari vincoli, verrà concesso gratuitamente”. L’avviso è valido fino al 28 giugno e le attività si potranno svolgere dal 30 luglio al 3 ottobre. Per compensare i mancati introiti dovuti a questa scelta e far quadrare i conti, il comune ha deciso di utilizzare 150mila euro destinati alle iniziative del settore cinematografico. Le associazioni che erano entrate in graduatoria come idonee nel bando triennale e alle quali, in passato, venivano concessi spazi gratuiti (senza sovvenzioni), dovranno ripresentare le domande secondo il nuovo avviso. “È un bando nuovo che risponde alle esigenze di un momento contingente”, spiega Fruci. E la sindaca aggiunge: “queste soluzioni sono il frutto di un dibattito serrato con le istituzioni centrali. Alcune richieste sono state recepite ed altre no. Abbiamo scelto di abbattere gli ostacoli per fare il possibile in tempi record”. A partire da venerdì 11 giugno si apre un’altra call, Spazi alla città, destinata a chi vuole utilizzare spazi pubblici al chiuso per prove, lezioni, workshop, seminari. Gli ambienti vengono messi a disposizione da Azienda Speciale Palaexpo, Casa del Cinema, Casa del Jazz, Istituzione Sistema Biblioteche Centri di Cultura, Sovrintendenza Capitolina, Teatro dell’Opera di Roma, Associazione Teatro di Roma – Teatro di Tor Bella Monaca. Anche in questo caso, il periodo di fruizione va da luglio a ottobre.

– Letizia Riccio

Vai al programma

Eventi d'arte in corso a Roma

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Letizia Riccio
Giornalista dal 1997, laureata in Lingue e letterature straniere moderne a La Sapienza di Roma, inizia a scrivere a La Repubblica nel settore della televisione e prosegue, nello stesso campo, con Il Mattino di Napoli, L'Unione Sarda e Il Giornale dello Spettacolo dell'Agis. Collabora per diversi anni con L'Agenzia di Viaggi, quotidiano per operatori del turismo, scrivendo e viaggiando in Italia ma soprattutto all'estero. Lavora per sette anni presso il Ministero della Giustizia, collaborando con l'Ufficio Stampa e curando un convegno e un progetto europei. Appassionata di arte da sempre, frequenta per tre anni la Scuola d'arte e mestieri del comune di Roma e un corso per guide turistiche organizzato dalla Regione Lazio.