Scegli il Contemporaneo torna a Roma. Gli artisti diventano guide

Emilio Fantin, Hitnes, Nunzio e Cesare Pietroiusti sono solo alcune delle guide d’eccezione che accompagneranno il pubblico alla scoperta delle collezioni capitoline attraverso una rilettura personale delle opere. Ecco appuntamenti e programma della nuova edizione dal titolo “Tutte le immagini del mondo”.

Facciata Palazzo Barberini, Courtesy Gallerie Nazionali di Arte Antica, Palazzo Barberini, Roma, Foto Alberto Novelli
Facciata Palazzo Barberini, Courtesy Gallerie Nazionali di Arte Antica, Palazzo Barberini, Roma, Foto Alberto Novelli

Si svolge dal 22 aprile al 25 maggio 2021 Scegli il Contemporaneo, il progetto pensato per avvicinare il pubblico all’arte contemporanea tramite eventi, visite guidate e laboratori che coinvolgono le istituzioni culturali di Roma e ospiti speciali. Scegli il Contemporaneo, giunto al suo quarto anno di vita, apre la decima edizione con il titolo Tutte le immagini del mondo, ripreso dalla famosa frase dell’artista Luigi Ghirri che, quando vide sui giornali nel 1969 la fotografia della Terra scattata dalla Luna, la definì la prima immagine a contenere “tutte le immagini del mondo possibili”. “Un esempio di come gli artisti riconoscono i segnali derivanti dalla realtà, anticipano i tempi e riconoscono i sentieri che conducono al futuro, spesso ancor prima della scienza”, spiegano gli organizzatori. Proprio al legame tra arte e scienza è improntata questa decima edizione, che ha per temi la mutazione, la permanenza e tutte le trasformazioni della materia in ambito scultoreo, pittorico e in relazione allo spazio, le alterazioni della mente dell’uomo e i cambiamenti sociali che ne derivano, le modalità di documentazione storico-sociale, la conservazione delle opere d’arte, la continuità evolutiva, gli adattamenti ad ambienti diversi, la variabilità genetica nel mondo animale e vegetale.

Francesco Borromini, Scalone elicoidale, Courtesy Gallerie Nazionali di Arte Antica, Palazzo Barberini, Roma, Foto Alberto Novelli
Francesco Borromini, Scalone elicoidale, Courtesy Gallerie Nazionali di Arte Antica, Palazzo Barberini, Roma, Foto Alberto Novelli

LA DECIMA EDIZIONE DI SCEGLI IL CONTEMPORANEO

Attraverso 11 appuntamenti, Scegli il Contemporaneo (nato dalla società “Senza titolo” – Progetti aperti alla Cultura, vincitore dell’Avviso Pubblico EUREKA! ROMA 2020-2021-2022 del Dipartimento Attività Culturali) non vuole spiegare al pubblico le opere d’arte e le collezioni del patrimonio capitolino, bensì promuovere l’incontro tra artisti, ricercatori, storici dell’arte, educatori museali e divulgatori scientifici, per costruire una “grande narrazione” intorno al ruolo dell’immaginazione, della memoria e del sapere. Incentrato nelle scorse edizioni sulle visite in presenza, quest’anno Scegli il Contemporaneo ha dovuto adattarsi alle circostanze, stilando un programma che alterni la fruizione fisica a quella digitale. Gli utenti potranno infatti consultare la piattaforma sulla quale verranno caricati i video realizzati dal filmmaker Domenico Catano, oppure scaricare l’app aggiornata.

Nunzio, Avaton, 2017, combustione su legno, cm200x700x160, foto Claudio Abate
Nunzio, Avaton, 2017, combustione su legno, cm200x700x160, foto Claudio Abate

GLI APPUNTAMENTI DI SCEGLI IL CONTEMPORANEO

Tra i protagonisti della nuova edizione, artisti come Emilio Fantin, Hitnes, Nunzio, Cesare Pietroiusti e il regista Roland Sejko, assieme agli educatori museali di Senza titolo, saranno i “ciceroni” d’eccezione. Dove? Alle Gallerie Nazionali di Arte Antica – Palazzo Barberini (online), la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea e il MAXXI (online), il MIAC – Museo Italiano dell’Audiovisivo e del Cinema, a Cinecittà, (in presenza e online), le ricchezze naturali e artificiali del museo all’aperto più ricco di Roma (Parco di Villa Borghese, in presenza), i reperti anatomici e dei grandi scheletri vertebrati (Museo di Anatomia comparata “Giovanni Battista Grassi”, Sapienza Università di Romaonline), i meccanismi della mente in relazione a questioni come salute e malattia, alterità e inclusione sociale, cura e cultura (Museo Laboratorio della Mente ASL ROMA 1online). Tutti gli incontri in presenza saranno gratuiti per il pubblico; gli eventi – in presenza e online – vanno obbligatoriamente prenotati all’indirizzo: [email protected] fino a esaurimento posti.

Ritratto, Nunzio, foto Alessandra Morelli
Ritratto, Nunzio, foto Alessandra Morelli

SCEGLI IL CONTEMPORANEO. PAROLA ALLA CURATRICE

Scegli il Contemporaneo è nato nel 2017 come una piattaforma mobile intermuseale che mette in relazione le proposte culturali e il patrimonio artistico di Roma”, racconta ad Artribune Elena Lydia Scipioni, curatrice e fondatrice dell’iniziativa. “Nel 2019 è diventato una mappatura del contemporaneo, un format inedito che propone visite nei musei, negli studi d’artista e in alcuni quartieri di Roma, coinvolgendo gli artisti ma anche ricercatori e studiosi di ogni ambito ed esperti di didattica museale. È così che SIC, nomade, interdisciplinare e inclusivo, ha intrapreso un grande racconto su Roma, una narrazione partecipata in divenire con attività in presenza e in digitale, percorsi di formazione e video-racconti. Una selezione delle esperienze di SIC è fruibile online nell’app di Scegli il Contemporaneo”. Il primo appuntamento parte giovedì 22 aprile alle 15 con Nunzio, che accompagnerà gli spettatori a Palazzo Barberini, luogo in cui scultura, pittura e architettura dialogano tra di loro (disponibile sulle pagine Facebook e Instagram @senzatitolo.progetticultura e sul canale Youtube Senza titolo – Progetti aperti alla cultura). A seguire, alle 17.30, la restauratrice Sabrina Sottile analizzerà online in classroom (in diretta su meet su prenotazione) alcune opere della collezione permanente della Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea. Sul sito il programma completo degli appuntamenti.

-Giulia Ronchi

SCEGLI IL CONTEMPORANEO – 10° edizione: Tutte le immagini del mondo
dal 22 aprile al 25 maggio 2021
Facebook @senzatitolo.progetticultura
Instagram @senzatitolo.progetticultura
Youtube Senza titolo – Progetti aperti alla cultura
Info: 349/5202151

www.senzatitolo.net

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Ha collaborato con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne.