Crowdfunding e cultura. Ecco 5 progetti che si affidano alla raccolta fondi

Urge trovare soluzioni di business e di buone pratiche in un momento di estrema crisi per il mondo della cultura. Dalla raccolta fondi per un cinema-teatro in Puglia al blog che sogna di passare alla carta, ecco 5 esempi

In questa fase di profonda incertezza causata dal coronavirus e dalle strategie di contenimento che stanno soffocando ogni settore della vita, c’è sempre più urgenza di trovare soluzioni di business, concrete e fattibili, ma anche solo di buone pratiche o di utopie in un momento di estrema crisi per il mondo della cultura. Ecco una selezione di progetti culturali che si stanno affidando al crowdfunding, sperando di partire… 

Claudia Giraud

1. RACCOLTA FONDI PER UN CINEMA-TEATRO A SAN VITO DEI NORMANNI

Completare il processo di rigenerazione di un ex stabilimento enologico, attivando uno spazio di produzione e promozione culturale e, al contempo, sperimentando la prima fase di gestione condivisa dello spazio. È questo l’obiettivo del progetto di crowdfunding TEX: un cinema-teatro per San Vito dei Normanni, sviluppato da una cordata di organizzazioni che opera attivamente da anni in questo paese del sud Italia, precisamente in provincia di Brindisi, dove non c’è un teatro, né un cinema e non esistono sul territorio comunale rassegne di teatro, musica e danza. In questo contesto l’esperienza di riqualificazione dell’ex stabilimento enologico “Dentice di Frasso”, per la creazione del Laboratorio Urbano ExFadda, ha rappresentato una sfida importante, dando vita a uno spazio ibrido aperto all’apprendimento, alla sperimentazione, a progetti culturali e sociali. Il raggiungimento sulla piattaforma Eppela del goal di 10mila euro lo aiuterebbe a completarsi.

https://www.eppela.com/it/projects/27360-tex-un-cinema-teatro-per-san-vito-dei-normanni

 

2. PRENDE LUCE – OPERE D’ARTE SULLE CABINE ELETTRICHE DELLA BOLOGNINA

Richiedenti asilo in Bolognina

Disegnare dialoghi era il tema della call promossa dall’associazione Serendippo di Bologna per invitare gli artisti a trasformare in opere d’arte le cabine dell’Enel all’ex mercato ortofrutticolo in Bolognina. Sono stati 12 gli artisti selezionati sui 57 che si sono fatti avanti, scelti da una giuria composta non solo dall’associazione, ma anche dai residenti del quartiere e dai richiedenti asilo del progetto Nausicaa che interverranno insieme agli artisti su dieci cabine elettriche vicine alla Trilogia Navile. Per questo Serendippo e gli artisti hanno bisogno dell’aiuto di tutti e lanciano un crowdfunding per raccogliere fondi per coprire tutte le spese del progetto. Le donazioni potranno essere fatte sul sito dell’associazione. “Abitata da studenti e da vecchie e nuove generazioni”, afferma Serendippo, “la Bolognina rappresenta il centro dell’associazionismo, dell’underground, dell’arte che si avvicina alla città. Qui non è difficile immaginare un nuovo e importante centro del contemporaneo”. 

https://serendippobo.wixsite.com/take-art-away

3. LOREDANA GALANTE – LA RIVOLUZIONE GENTILE

Loredana Galante La Rivoluzione gentile

Diventare partecipi di un progetto artistico, di un cambio di mentalità e di prospettive che parta dall’arte. È questo l’obiettivo del progetto di crowdfunding La Rivoluzione Gentile, lanciato dalla Fondazione Dino Zoli per raccogliere la somma necessaria per realizzare una mostra interattiva dell’artista Loredana Galante e una performance di cui il pubblico sarà co-fautore e co-protagonista nel 2021. “Questa rivoluzione inizia dal mio cognome, Galante, che è diventato il mio manifesto programmatico”, afferma l’artista genovese che da anni vive e lavora a Milano, vincitrice del Premio Speciale Residenza d’artista alla Dino Zoli Textile ad Arteam Cup 2019. “Dal contemplare i fili d’erba senza strapparli, dal sanificare i miei pensieri prima di dare loro il via libera, sentirmi parte di un unicum a cui partecipare con la mia versione migliore, ‘non lesinare la mia vita’, compiere offerte, coltivare nel silenzio la gratitudine, non sprecare, farmi carico della mia ed altrui vulnerabilità”. Il raggiungimento sulla piattaforma Eppela del goal di 7mila euro lo aiuterebbe a realizzarsi. 

https://www.eppela.com/it/projects/28307-la-rivoluzione-gentile-mostra-d-arte

4. SERGIODETOMI – IL BLOG CHE SOGNA DI DIVENTARE UN MARCHIO EDITORIALE

Sergiodetomi

Dopo un anno di attività e 50mila utenti attivi, c’è chi inverte la tendenza sognando di migrare dal web alla carta e di creare una società per sviluppare un ambizioso progetto editoriale. Stiamo parlando della campagna di crowdfunding per aiutare il blog Sergiodetomi – diventato in poco tempo un punto di riferimento di studenti e curiosi su temi quali grammatica e letteratura – a crescere, trasformandosi in un marchio editoriale di qualità. “Per questo abbiamo deciso di creare una campagna su Kickstarter. I soldi ricavati ci aiuterebbero ad avviare l’attività, pagare i primi stipendi e portare sul mercato i primi autori, nella speranza di alimentare poi un business auto-sostenibile”, dichiara Sergio De Tomi. “In un periodo storico difficile, in cui molte attività sono costrette a chiudere, noi vogliamo provare ad invertire la rotta. Vogliamo creare posti di lavoro e produrre libri che faranno evadere le menti di grandi e piccoli, per dimenticare tutto ciò che stiamo vivendo”. Il raggiungimento sulla piattaforma Kickstarter del goal di 6mila euro lo aiuterebbe a completarsi.

https://www.kickstarter.com/projects/sergiodetomi/sergiodetomiit-dal-web-alla-carta-sostienici?ref=section-homepage-projectcollection-3-distance

5. MADE IN SIPARIO – LINEA DI CERAMICHE SOLIDALI FIRMATA DALL’ARCHISTAR SIMONE MICHELI

Simone Micheli coi ragazzi di Made

Design e solidarietà: la raccolta fondi Speed Up Slowtile ha come obiettivo la realizzazione di una nuova linea di piastrelle in ceramica decorate a mano dagli “Artisti Speciali” della Cooperativa Sociale Made in Sipario in collaborazione con l’architetto Simone Micheli che ha scelto di abbracciare il progetto ed aiutare così a dare maggiore visibilità all’iniziativa e valorizzare le capacità artistiche e lavorative delle persone coinvolte. “Da sempre nel laboratorio Made in Sipario, palestra di formazione e sperimentazione che unisce creatività speciale con design, valorizziamo persone svantaggiate insegnando loro un mestiere: la decorazione artistica”, dichiara Stefania Piccini, Presidente della società cooperativa sociale. “Allo stesso tempo, però, vogliamo dar loro “dignità” che solo con un lavoro reale e stabile possono ottenere: questo è il nostro obiettivo!”. Il goal economico è di 20mila euro e al raggiungimento del 50% del budget Fondazione CR Firenze raddoppia la cifra raccolta. I fondi raccolti grazie alla campagna di crowdfunding su Eppela serviranno per studiare e realizzare prototipi e campionature della nuova linea, realizzare nuove cartelle colori, installazioni 3d, rendering e animazioni video, un catalogo dei prodotti, oltre all’ambizione di partecipare al Fuorisalone Milano 2021 insieme a Simone Micheli.

https://www.eppela.com/it/projects/28775-speed-up-slow-tile

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).