La giostra di Nina. Alla Reggia di Venaria la grande opera-carillon di Valerio Berruti. Le foto

La monumentale opera dell’artista di Alba, che è anche una poetica animazione composta da oltre tremila disegni, campeggia al centro della maestosa Galleria Grande della Residenza Sabauda, permettendo a tutti di salirci sopra

Valerio Berruti, La giostra di Nina, Reggia di Venaria@ Tino Gerbaldo
Valerio Berruti, La giostra di Nina, Reggia di [email protected] Tino Gerbaldo

È una poetica e leggiadra opera d’arte contemporanea che inserisce a pieno titolo la Reggia di Venaria in quel mese di novembre che a Torino è ‘Contemporary’ ed è una sorta di gigantesco, sfavillante carillon dedicato ai bambini in attesa del Santo Natale: una giostra di speranza in un momento difficile”. Con queste parole Guido Curto, Direttore del Consorzio delle Residenze Reali Sabaude, ha introdotto l’installazione dell’artista Valerio Berruti(Alba, 1977), La giostra di Nina, aprendo di fatto il mese dell’arte contemporanea a Torino. Presentato al MAXXI di Roma come progetto cinematografico– prodotto da Sky Arte e con la colonna sonora scritta da Ludovico Einaudi– questo suggestivo cortometraggio animato è nato in primis come scultura: una vera giostra realizzata personalmente dall’artista, del diametro di 7 metri e con uccellini al posto dei più classici cavalli. Berruti l’ha usata come modello per disegnare i 3000 fotogrammi in sequenza che compongono la sua animazione sulla storia di una piccola giostraia costretta a lavorare e di un ragazzone dall’animo infantile, tratta da un racconto di Filippo Bessone. Ora questa opera monumentale è visibile fino al 31 gennaio nella maestosa Galleria Grande (o di Diana) della Reggia di Venaria (insieme al cortometraggio e ad alcuni fotogrammi che compongono la videoanimazione), permettendo a tutti di salirci fisicamente, completandola così con una partecipazione attiva. Ecco le immagini…

– Claudia Giraud

Evento correlato
Nome eventoValerio Berruti - La giostra di Nina
Vernissage30/10/2020 no
Duratadal 30/10/2020 al 31/01/2021
AutoreValerio Berruti
CuratoreGuido Curto
Generiarte contemporanea, disegno e grafica, video
Spazio espositivoREGGIA DI VENARIA
IndirizzoPiazza Della Repubblica 4 (10078) Venaria - Venaria - Piemonte
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).