Quando il giardino diventa un gioco. Ecco com’è andato Orticolario 2018, tra piante, arte e design

Si è svolta a Cernobbio Orticolario 2018, nella Villa amata da Luchino Visconti. Il report della manifestazione, tra arte, design e ovviamente tante piante.

Installazione Stefano Ogliari Badessi

‘Il gioco è una cosa seria’. È stato questo il tema della decima edizione di ORTICOLARIO, evento culturale dedicato alla passione per la natura e alle sue capacità di trasmettere emozioni e bellezza. Si è svolto dal 5 al 7 Ottobre a Cernobbio, a Villa Erba, residenza ottocentesca affacciata sulle sponde del Lago di Como, già dimora del regista Luchino Visconti. L’evento annuale ha presentato una storia costruita intorno alla natura e all’arte: il giardinaggio, la botanica, il paesaggio e il design sono elementi che contribuiscono a stimolare sensibilità, e a creare un’idea evoluta di giardino.

GIOCARE PER LA NATURA

Tema principale per la progettazione di spazi inediti, giardini e installazioni artistiche è il Gioco’, un concetto complesso e affascinante capace di generare fantasia, ironia, mistero, senso di meraviglia. La pianta protagonista dell’anno è stata la ‘Salvia’, molto usata in cucina per aromatizzare pietanze, in realtà utilissima anche per le sue proprietà antinfiammatorie; purificatrice e divinatoria, può vantare un’ampia biodiversità contando oltre 1.000 specie provenienti da tutto il mondo. Ospite d’onore di Orticolario 2018 è stato invece Roy Lancaster, vicepresidente della ‘Royal Horticultural Society’ di Londra, scopritore di piante, scrittore e giornalista, che ha ricevuto il premio “Per un Giardinaggio Evoluto 2018”. “I giardinieri sono le persone più felici”, afferma Roy Lancaster, “poiché tutto ciò di cui hanno bisogno è un pacchetto di semi e pazienza; il mondo può schiudersi nelle loro mani, da un fagiolo a un albero”.

L’INSTALLAZIONE

Per festeggiare la decima edizione è stato deciso di porre nel cuore di Orticolario, la piazza del padiglione centrale, una gigantesca installazione artistica gonfiabile. Un’esperienza immersiva, realizzata appositamente dall’artista Stefano Ogliari Badessi (già vincitore del Premio Swatch 2015), con la seta Mantero. L’opera d’arte, giocando con la luce, la trasparenza, il colore, crea una nuova prospettiva: i visitatori, entrando nell’opera, ne sono completamente avvolti. Un cuore che batte per l’arte e che segna un punto di partenza dal quale si sviluppano i giardini e le installazioni allestiti nel parco. L’evento è stato arricchito da un’ampia esposizione di piante e fiori (tra cui piante insolite e da collezione), proposti da vivaisti nazionali e internazionali, oltre che da artigianato artistico, installazioni d’arte e di design. Ecco le immagini.

Claudia Zanfi

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Zanfi
Claudia Zanfi, storica dell’arte e promotrice culturale, si interessa di micro-geografie e culture emergenti. Dirige l’associazione culturale aMAZElab, che ha fondato nel 2000, e MAST – Museo d’Arte Sociale e Territoriale. Collabora con istituzioni nazionali e internazionali e con riviste d’arte su progetti dedicati ad arte, società, paesaggi. Ha firmato testi all’interno di pubblicazioni collettive e monografiche. Dirige il programma internazionale Green Island per la valorizzazione dello spazio pubblico e delle nuove ecologie urbane. Promuove inoltre progetti culturali ed editoriali, prestando particolare attenzione a temi di interesse sociale e geopolitico. Tra gli altri: A Ticket to Bagdad; Transcrossing Memories (Nicosia); Re-Thinking Beirut; Atlante Mediterraneo; Arcipelago Balkani e Going Public, progetto su società e territorio. Tiene conferenze a livello internazionale e lezioni alla Middlesex University di Londra.
  • Nephos Swiss Fog

    Orticolario 2018
    Avete parlato di un solo lavoro, un istallazione gonfiabile, Le foto però sono di un altro lavoro, probabilmente dello stesso autore e nessuna delle foto di Orticolario è dell’edizione 2018.
    Peccato!

    • Novella

      Avevano fretta! E dire che bastava aspettare qualche giorno
      per avere il materiale necessario da pubblicare con l’articolo.

  • Novella

    ”’ I giardinieri sono le persone più felici, poiché tutto ciò
    di cui hanno bisogno è un pacchetto di semi e pazienza; il
    mondo può schiudersi nelle loro mani, da un fagiolo a un albero ”’

    Thanks Roy, you made my day.