A Forlì arriva Darcy Garage un nuovo spazio culturale in un’ex officina. La storia

A Forlì arriva in un’ex officina Darcy Garage, uno spazio dedicato alla cultura, con talk, mostre e workshop in centro città. Abbiamo parlato con i protagonisti

Darcy Garage
Alcune immagini del nuovo spazio Darcy Garage

Sono sempre di più i luoghi non convenzionali che stanno aprendo le proprie porte all’arte contemporanea. Ad esempio una casa non ristrutturata che presenta con orgoglio i segni del tempo a Roma,  Casa Vuota, oppure in ferramenta, in negozi di libri o palestre, come nel caso del progetto Hidden Beauty della z2o Gallery di Sara Zanin, con opere site specific realizzate dall’artista Krištof Kintera.
E ancora c’è a Picciorana, vicino Lucca, GreenheArt, un vivaio che si trasforma in location per talk, corsi di yoga e anche per mostre. Questi sono solo alcuni dei numerosi esempi che stanno nascendo nella nostra penisola. Pochi giorni fa, a Forlì, è stato inaugurato Darcy Garage in un’ex officina: abbiamo parlato con i fondatori che ci hanno raccontato il loro progetto.

DARCY GARAGE A FORLÍ

“Il progetto Darcy Garage nasce da un’idea di sette persone a ottobre 2017” ci raccontano i soci di Darcy’s Garage A.P.S“e da un’esigenza. A Forlì, infatti, manca uno spazio come questo capace di dar vita ai progetti di giovani creativi, artisti, di chi opera nel volontariato, che non presupponesse il pagamento di un biglietto”continuano “il nostro desiderio è anche quello di trasformarlo in un luogo di ritrovo per gli associati e di produzione culturale dove gli artisti possano esporre le proprie opere e lavori. E perché no arricchirlo di una biblioteca donata dalle persone del luogo”. E concludono “Darcy Garage si trova in Via Vittorio Emanuele, in uno spazio che fino a pochissimo tempo fa era un’officina; mantenendo sempre lo spirito del luogo, abbiamo deciso di rinnovarla, ristrutturarla e di arredarla con oggetti e materiali di riciclo. Per fare questo abbiamo chiesto aiuto ad alcuni degli artisti locali tra cui Mara Dellamore (anche socia fondatrice) e Andrea Biagi professionista del riuso”.

IL NOME DARCY GARAGE

“Tutti ci chiedono da dove deriva questo nome” dicono ridendo “la scelta parte dall’anima artistica di Mara Dellamore, uno dei soci fondatori. Ha molteplici significati prima di tutto è ispirata però alla bassista degli Smashing Pumpkins, D’Arcy Wretzky” e concludono affermando: “ma Darcy fornisce anche altri due significati dal sostantivo latino Ars (Arte, Abilità, Maestria) e dal verbo riflessivo “darsi” ovvero donare e condividere la creatività, la bellezza, il sapere.”

I PROGETTI

“Le idee e progetti non mancano” raccontano“per adesso, però, desideriamo organizzare dei workshop per la formazione di giovani ed adulti e stiamo organizzando un ciclo di eventi “Spazio Sprecato” durante l’ora dell’aperitivo dove verrà presentata la mostra dell’artista padovano C0110 e musica dal vivo”. Lo spazio ospiterà anche Umberto Pasqui che racconterà la storia della prima birra artigianale nata proprio a Forlì e il ballerino Klevis Elmazaj. Il nome dell’evento? Deriva da Andy Warhol che era solito affermare “Ovunque c’è uno spazio sprecato c’è arte”.

  Valentina Poli

Darcy Garage
Viale Vittorio Veneto 30
47121 Forlì
https://www.facebook.com/darcysgarage/

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Poli
Nata a Venezia, laureata in Conservazione e Gestione dei Beni e delle Attività Culturali presso l'Università Ca' Foscari di Venezia, ha frequentato il Master of Art presso la LUISS a Roma. Da sempre amante dell'arte ha maturato più esperienze nel settore della didattica progettando e gestendo laboratori, in quello della preparazione di piccoli e grandi eventi culturali, nel settore delle gallerie d'arte e in campo giornalistico con collaborazioni con riviste del settore. Oggi vive a Roma.