Dono di Franco Zeffirelli alla sua Firenze: nasce il Centro delle Arti e dello Spettacolo

Presentato oggi a Roma, 6 luglio 2017, alla presenza del ministro Dario Franceschini, il nuovo Centro delle Arti e dello Spettacolo sostenuto dalla Fondazione Franco Zeffirelli. Il Centro sorgerà all’interno del Complesso di San Firenze e sarà inaugurato il prossimo 31 luglio.

Franco Zeffirelli
Franco Zeffirelli

Mancano pochi giorni all’inaugurazione del Centro delle Arti e dello Spettacolo di Firenze. La struttura consentirà al pubblico di accedere ad uno degli archivi privati più imponenti della storia del cinema italiano: l’archivio di Franco Zeffirelli (Firenze, 1923), tra i massimi registi italiani, che ha scelto di donare il suo enorme patrimonio di documenti, appunti, bozzetti, materiale video e fotografico alla sua città d’origine.
Il nuovo centro è stato presentato oggi in pompa magna a Roma presso la sede della Stampa estera dal ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, da Gianni Letta, presidente onorario della Fondazione Franco Zeffirelli Onlus, dalla vice sindaca di Firenze Cristina Giachi e dal cantautore Claudio Baglioni che ha intonato un paio di suoi successi. Unico assente Franco Zeffirelli, costretto a disertare la conferenza stampa per motivi di salute.

IL NUOVO CENTRO DELLE ARTI E DELLO SPETTACOLO

Il nuovo Centro delle Arti e dello Spettacolo, sostenuto dalla Fondazione Franco Zeffirelli, è stato fortemente voluto da Zeffirelli a Firenze non solo per il legame personale che lega il maestro alla sua città di origine, ma anche perché “Firenze è una macchina di civiltà, di cultura, di tradizione e di conoscenza che Dio ha regalato al mondo. Questo riconoscimento non è solo dettato dalla documentazione di tutta l’attività che ho svolto e che sono orgoglioso di consegnare ai miei concittadini, ma è un atto che mi auspico possa contribuire a mantenere vivo l’impegno di custodire i nostri tesori e le nostre anime, seguendo attraverso secoli di progressi, di scoperte e di conquiste, la linea forte e semplice indicata dai fiorentini di un tempo dei quali dobbiamo sentirci eredi e prosecutori”, ha dichiarato con una nota Zeffirelli.
Il Centro sorgerà all’interno del Complesso di San Firenze, che è stato ristrutturato per accogliere la Fondazione. Un patrimonio straordinario, costituito dal suo Archivio e dalla sua Biblioteca, dichiarato “di particolare interesse storico” da parte del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Il Centro promuoverà iniziative espositive e didattiche legate alla divulgazione della cultura dell’arte e dello spettacolo. Si occuperà, inoltre, della formazione degli studenti nell’ambito delle discipline del Teatro di prosa, dell’Opera in musica e del Cinema. Per realizzare le sue diverse attività, il Centro dispone di una sala destinata a concerti e proiezioni cinematografiche, di aule per lo svolgimento dei corsi di perfezionamento e di laboratori.

UN INVESTIMENTO DI OLTRE 3 MILIONI DI EURO

Un investimento economico imponente di circa 3,3 milioni di euro, messi a disposizione in parte dalla Fondazione Franco Zeffirelli Onlus, che ha sostenuto le spese dei lavori di ristrutturazione degli ambienti e ha donato anche l’Archivio, la Biblioteca e tutte le opere che documentano la lunga attività nel mondo dello spettacolo di Zeffirelli. Il Comune di Firenze, proprietario dell’immobile ha deliberato la concessione di un canone d’affitto agevolato. La somma rimanente è stata, invece, donata dall’imprenditore russo Mikhail Kusnirovich, proprietario dei Magazzini Gum e Bosco dei Ciliegi, dal finanziere canadese-americano Robert Friedland e dagli sponsor tecnici Targetti S.p.A. e Illum S.r.l.. L’inaugurazione ufficiale avverrà il prossimo 31 luglio. L’evento si preannuncia come uno dei più glamour della stagione. Durante il vernissage si terrà la performance del Coro “Voices of Haiti”, progetto fortemente voluto dalla Fondazione Andrea Bocelli. Il coro, formato da 60 bambini haitiani provenienti dalle baraccopoli di Port au Prince, si esibirà insieme a Bocelli in un concerto gratuito.

– Mariacristina Ferraioli

Centro delle Arti e dello Spettacolo “Franco Zeffirelli”
Palazzo San Firenze
Piazza di S. Firenze, 50122 Firenze

www.fondazionefrancozeffirelli.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Mariacristina Ferraioli
Mariacristina Ferraioli è giornalista, curatrice e critico d’arte. Dopo la laurea in Lettere Moderne con indirizzo Storia dell’Arte, si è trasferita a Parigi per seguire corsi di letteratura, filosofia e storia dell’arte presso la Sorbonne (Paris I e Paris 3). Ha conseguito il Master in Organizzazione e Comunicazione delle Arti Visive presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. Ha vinto la Residenza per Curatori della Dena Foundation for Contemporary Art presso il Centre International d’Accueil et d’Echanges des Récollets di Parigi. Ha lavorato al Centre Pompidou collaborando alla realizzazione della mostra “Traces du Sacré” e ha pubblicato un testo critico sul catalogo della mostra. Ha coordinato l’ufficio Master dell’Accademia di Belle Arti di Brera e ha curato mostre sia in Italia che all’estero. Redattrice di Artribune, collabora stabilmente con Cosmopolitan Italia e Icon Design. Sta conseguendo un dottorato in Comunicazione e mercati: Economia, Marketing e Creatività presso l’Università Iulm di Milano ed è docente a contratto presso diverse istituzioni tra cui l’Accademia di Belle Arti di Brera.