Altrove Festival a Catanzaro. Monumentale opera pubblica di Borondo con 185 vetri serigrafati

L’opera dello street artist spagnolo Borondo, che inaugura l’edizione 2017 del festival di arte pubblica in Calabria, è tra i più imponenti lavori di serigrafia mai realizzati all’aperto, con 185 lastre di vetro stampate.

È di Gonzalo Borondo (Valladolid, 1989) la prima opera realizzata per Altrove Festival IV Edizione – Centro Arte Contemporaneo, una delle rassegne di arte pubblica più importanti d’Europa che prenderà ufficialmente il via il 20 luglio a Catanzaro. Intanto, sul tetto dell’imponente Complesso del San Giovanni è già possibile vedere Aria, l’installazione dell’artista spagnolo che consiste in oltre 185 lastre di vetro, serigrafate in soli quattro giorni dall’organizzazione, con 73 figure rifinite a mano dall’autore, che ritraggono una donna nuda e fiera mentre innalza al cielo una bandiera vuota: una chiamata all’attenzione sul paesaggio, spesso devastato dall’immoralità dell’azione dell’uomo. L’opera si colloca nella storia dell’arte come tra le più imponenti realizzate nello spazio pubblico in serigrafia, antichissima tecnica di stampa il cui nome deriva proprio dal latino seri, seta. E nasce da un processo creativo lungo e complesso che ha visto Borondo dipingere e graffiare a mano 36 vetri matrice, trasformati in telai per la stampa grazie alla collaborazione tecnica, logistica e creativa dello studio 56fili e di Studio Superfluo di Roma. Ecco le immagini.

– Claudia Giraud

Evento correlato
Nome eventoAltrove Festival 2017
Vernissage20/07/2017
Duratadal 20/07/2017 al 22/07/2017
Autori Andreco, Borondo, Quiet Ensemble , Ciredz, 3ttman, Jorge (Amor) Pomar , Alfano, Dilen Tigreblu
Generimuralism, festival
Spazio espositivoCOMPLESSO MONUMENTALE DEL SAN GIOVANNI
IndirizzoPiazza Giuseppe Garibaldi - Catanzaro - Calabria
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).