Distanze a colori. Maria Jole Serreli a Oristano

Spazio MCasa, Oristano – fino al 26 maggio 2017. La mostra antologica “Distanze”, curata da Flaminia Fanari, ripercorre le tappe del percorso artistico di Maria Jole Serreli. Dalla scultura alla fiber art.

Maria Jole Serreli. Distanze. Installation view at Galleria MCasa, Oristano 2017
Maria Jole Serreli. Distanze. Installation view at Galleria MCasa, Oristano 2017

In uno spazio che si colloca a metà fra una galleria d’arte e un’abitazione privata, il colore diventa l’ospite di casa: il bianco e il nero accolgono lo spettatore, le opere si presentano silenziose, quasi timide nella prima stanza per poi prendere confidenza, passo dopo passo, fino alle esplosioni di rosso acceso che catturano e travolgono a ogni sguardo.
Il filo rosso di Maria Jole Serreli (Roma, 1975) avvolge, custodisce e protegge i ricordi, come la seta protegge il baco durante la sua metamorfosi. I frammenti di un passato prossimo e remoto, attraverso le mani dell’artista e la sua poetica, diventano presente e futuro. Come un’antitesi della parca antica, Serreli non spezza il filo, non dà la morte, ma una nuova vita ai piccoli oggetti che rinascono opere d’arte.
Una vecchia sedia col fondo di paglia, il cesto per il pane, una tazzina, gli occhiali di un nonno, l’orologio di un poeta, legati con un gesto intenso e deciso da un morbido ma teso filo che li inchioda alla tela, li immola, li onora e li tramanda.

Chiara Manca

Evento correlato
Nome eventoMaria Jole Serreli - Distanze
Vernissage21/04/2017
Duratadal 21/04/2017 al 26/05/2017
AutoreMari Jole Serreli
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoMCASA GALLERY
Indirizzovia Cagliari 275/277 - Oristano - Sardegna
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Chiara Manca
Nata a Nuoro nel 1987, si è laureata presso l’Università degli studi di Cagliari con una tesi sull’accreditamento museale. Ha collaborato con musei e istituzioni in tutto il mondo per la realizzazione delle mostre dell’artista Maria Lai, di cui ha curato la catalogazione delle opere dal 2013 al 2018 e l’Archivio dal 2016 al 2018, fra cui La Biennale di Venezia, Documenta 14, Palazzo Pitti a Firenze, i Musei Civici di Cagliari e il Museo MAN di Nuoro. Nel 2016 ha curato la mostra e il catalogo “I maestri e la terra” presso il Museo Stazione dell’Arte di Ulassai, portando per la prima volta in Sardegna le opere di Arturo Martini e Renato Marino Mazzacurati. Dal 2018 al 2019 è stata il Direttore Scientifico del progetto "Andando Via", collaborando con oltre venti Comuni e artigiani in Sardegna. Dal 2018 è curatore dell’Art House Space di Marrubbiu ed è stata consulente tecnica per la creazione dell’Archivio Pinuccio Sciola per la Fondazione omonima. Ha aperto nello stesso anno MANCASPAZIO, uno spazio espositivo nel centro storico di Nuoro, menzionato nel 2020 dal The Independent Project del MAXXI di Roma come uno degli spazi indipendenti più innovativi nel panorama europeo. Cura mostre e cataloghi con artisti nazionali e internazionali, non dimenticando gli artisti sardi, e scrive per giornali e riviste d’arte e cultura.