Il colore del tempo. Irma Blank a Bologna

Galleria P420, Bologna – fino al 18 marzo 2017. Vive a Milano, ma è tedesca. Giunta all’età di 82 anni, Irma Blank rapporta con “dedizione ascetica” il tempo dell’esistenza all’arte. Inchiostro, penna a sfera, acquerello, olio e acrilico sono gli strumenti per scrivere una storia senza parole.

Irma Blank, Life Line. Exhibition view at P420, Bologna 2017. Photo C. Favero
Irma Blank, Life Line. Exhibition view at P420, Bologna 2017. Photo C. Favero

Life Line sembra un libro a colori sfogliabile, dove i cromatismi delle pagine raccontano l’intensità mutevole delle gradazioni emozionali, mentre il segno diventa l’incisione indelebile di un percorso in progress. Il vigore della linea divisoria centrale, che taglia le carte-tele di Irma Blank (1934) – inclusa fra gli artisti della prossima Biennale d’Arte veneziana – in due metà identiche, lascia trasparire l’idea di forza stabile dentro le sfumature rosa-violetto del tempo che incede. La tendenza alla tecnica chiaroscurale del colore rimanda invece alla mancanza di un effettivo centro, che rende il segno via via più astratto. Radical Writings sono anche radiografie femminili, ferite aperte verso l’osservatore, spazi-tempi del respiro che diventano scrittura del non detto, ma del pensato e racchiuso in un inconscio latente e intimo, verso una malinconica e incessante ricerca di sé.

Lavinia Morisco

Evento correlato
Nome eventoIrma Blank - Life Line
Vernissage28/01/2017 ore 18,30
Duratadal 28/01/2017 al 18/03/2017
AutoreIrma Blank
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoP420
Indirizzovia Azzo Gardino 9 - Bologna - Emilia-Romagna
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Lavinia Morisco
L’arte ha sempre accompagnato la mia vita dalla prima adolescenza, dalla passione per la danza in primis, per la musica e per le res artis. Questo ha influito sul mio interesse per il teatro e per lo spettacolo dal vivo, al quale sono stata molto avvicinata anche da mio padre appassionato di teatro, musica e scrittura. Laureata in Discipline dello Spettacolo dal Vivo al Dams di Bologna, oggi mi occupo di arte come curatrice e di musica e spettacolo in veste di critica, presso riviste del settore. Passione e professionalità si fondono nel momento della creazione e fruizione dell’evento artistico-culturale e di spettacolo. Per questo motivo, cerco sempre di essere aggiornata sulle offerte artistiche sul territorio. In seguito alla scelta di approfondire le tematiche del Management dello Spettacolo, sto incrementando la mia formazione in un master specialistico nella città di Firenze. Nel tempo libero mi piace scoprire nuovi artisti e band, leggere drammaturgie, guardare film a metà via tra noir e thriller psicologico, alla David Lynch.