Back to the City: parco BAM a Milano riapre la stagione con un grande concerto su Beethoven

La Nona Sinfonia di Beethoven è un inno alla gioia e alla fratellanza universale. Con questo messaggio positivo (e con un grande concerto gratuito) BAM – Biblioteca degli Alberi di Milano apre un nuovo calendario di eventi.

BAM Biblioteca degli Alberi Milano ph. ELENA GALIMBERTI
BAM Biblioteca degli Alberi Milano ph. ELENA GALIMBERTI

Si tiene sabato 12 settembre alle ore 20 Back to the City Concert, il grande evento di musica classica nel Parco BAM – Biblioteca degli Alberi Milano, il parco contemporaneo che soffia sulla sua prima candelina. Mentre l’anno scorso si era inaugurata la stagione con la Filarmonica della Scala, quest’anno il concerto in mezzo al verde sarà affidato a due eccellenze del panorama musicale: l’orchestra de I Pomeriggi Musicali e il Coro Costanzo Porta, diretti da Nathalie Stutzmann, rinomato contralto, Direttore Principale dell’Orchestra Sinfonica di Kristinsand in Norvegia e Direttore Principale Ospite della RTÉ Orchestra Sinfonica Nazionale d’Irlanda.

BAM BACK TO THE CITY 2019 ph ANDREA CILENTO
BAM BACK TO THE CITY 2019 ph ANDREA CILENTO

BACK TO THE CITY CONCERT: BEETHOVEN AL BAM DI MILANO

Organizzato da Fondazione Catella, che si occupa della programmazione di BAM e della cura del parco, Back to the City Concert è dedicato alla Nona Sinfonia di Ludwig van Beethoven – in occasione dei 250 anni dalla nascita del compositore tedesco – che racchiude un messaggio di gioia e fratellanza universale, particolarmente significativo in questo momento storico. Il concerto è gratuito e diverse sono le modalità per accedervi: previa prenotazione sul sito di BAM, il pubblico potrà sedersi o sdraiarsi sul tappeto verde dell’area Cedri di fronte al palco, sulle postazioni predisposte. Sarà possibile anche ascoltare il concerto passeggiando in mezzo al parco, grazie a un avanzato sistema audio in filodiffusione installato nello spazio che garantisce la qualità del suono. Infine, si potrà seguire l’evento dal ledwall di Piazza Gae Aulenti e anche da casa, grazie a una visione in streaming che permetterà di “passeggiare” virtualmente in mezzo ai musicisti durante l’esecuzione del concerto.

BAM Lido Milano ph Andrea Cherchi
BAM Lido Milano ph Andrea Cherchi

LA PROGRAMMAZIONE 2020 DA BAM MILANO

Il calendario di eventi di BAM, stilato fino a dicembre 2020, si ispira quest’anno ai 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile promulgati dall’ONU e si articola in quattro valori fondamentali: #openairculture #nature #wellness #education. Tra i primi appuntamenti è in programma, il 15 settembre 2020, illimitHER Marathon in cui si incontreranno e dialogheranno tre giovani donne in carriera (il Viceministro dell’Istruzione, una astrofisica e una chimica) per parlare della condizione femminile nell’ambito del lavoro. Il 20 settembre, BAM saluta l’autunno con un evento rivolto a bambini e adulti, mentre il 7 novembre si susseguiranno workshop sul foliage e sui colori della stagione. Tanti anche i progetti sull’educazione alle specie vegetali e alla biodiversità. Ogni settimana, infine, si susseguono corsi di yoga e wellness all’aperto per bambini, adulti e senior. Tutti i dettagli sul sito https://bam.milano.it/.

da dx Francesca Colombo, Maurizio Salerno, Kelly Russell Catella_(c)Ottavia Orzini
da dx Francesca Colombo, Maurizio Salerno, Kelly Russell Catella_(c)Ottavia Orzini

UN ANNO DI BAM. PARLA FRANCESCA COLOMBO

Siamo ad oggi 727. I BAM Friends sono cittadini che apprezzano il fatto che ci sia qualcuno che gestisce il parco, lo cura, lo tiene in sicurezza e organizza la programmazione”, spiega Francesca Colombo, Direttore Generale Culturale di BAM e ideatrice del programma di eventi, parlando della comunità cresciuta in un attorno a questo progetto. “Il tesseramento per noi è un gesto fondamentale: attraverso un piccolo contributo di 15, 20 o 25 euro all’anno, è possibile sostenere il nostro lavoro. Il mio sogno è far crescere la BAM Green Community arrivando a raggiungere i numeri delle grandi città, come Londra, in cui esistono progetti simili. Spero che tutti possano capire l’importanza della cittadinanza attiva. Abbiamo analizzato il nostro pubblico, riscontrando che chi partecipa alle nostre attività non sono solo persone che abitano nei dintorni, ma cittadini di tutta Milano, in alcuni casi anche provenienti da altre città. BAM, oltre ad essere un luogo bellissimo, è raggiungibile con qualsiasi mezzo: metro, bus, treno e passante ferroviario. Con la volontà di essere una realtà inclusiva, abbiamo diffuso in tutta la città di Milano, fino alla cerchia delle periferie, affissioni comunali per far sapere a tutti del Back to the City Concert. Il nostro è un invito affinché la nostra community sia milanese e sempre più ampia”.

– Giulia Ronchi

Back to the City Concert
sabato 12 settembre 2020 alle ore 20
ingresso gratuito
BAM – Biblioteca degli Alberi Milano
https://bam.milano.it/ 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Attualmente collabora con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne. Cura la rubrica “Le curatrici donne più influenti nel mondo” per Marie Claire e “Storie d’amore nella storia dell’arte” per Elle.