Nasce a BASE Milano la nuova casa della musica. Le musicROOMS per imprenditori-innovatori musicali

Il centro di produzione culturale di Milano, con sede nello storico complesso dell’ex Ansaldo, si dota di nuovi spazi: 600 mq, tra sale di registrazione, per live e formazione, dedicati a imprese musicali che fanno innovazione 

Metropolis phROARStudio 223
Metropolis phROARStudio 223

A tre anni dalla loro inaugurazione, gli spazi già imponenti di BASE (si parla di un’estensione di circa 12mila mq) si dotano di un ulteriore tassello, dedicato questa volta alla produzione musicale: le musicROOMS, aperte al pubblico dallo scorso 20 giugno con un grande evento. Progetto di rigenerazione urbana di livello europeo, BASE è una realtà in continua evoluzione: all’interno dello storico complesso dell’ex Ansaldo, riqualificato da Comune di Milano e Arci Milano, Avanzi, esterni, h+, Make a Cube³ – vincitori del bando pubblico – su progetto architettonico di Onsitestudio, ospita e incuba imprese nell’ambito design, cinema, arte, fashion, tecnologia con l’obiettivo di promuovere l’innovazione nelle industrie creative, incentivare la contaminazione fra arti, linguaggi e pubblici. Ora è il turno della musica che, grazie ai 600 mq di spazio polivalente dedicati al lavoro di backstage, formazione, showcase ed eventi B2B e B2C, troverà un posto di rilievo all’interno dell’ecosistema creativo di BASE Milano.

LA MUSICA A BASE MILANO

Per l’industria musicale siamo all’inizio dell’era post digitale. Dopo due decenni di declino, la musica ha ricominciato a crescere, in una forma totalmente diversa rispetto al passato, con nuovi player, nuove tecnologie, nuove formule”, dichiara Dino Lupelli, Direttore Generale di Music Innovation Hub, la società di produzione musicale ideatrice del progetto. “Le musicROOMS sono qui per accogliere tutti i soggetti che vogliono esplorare con noi strade non battute“. Diventando, così, il punto d’incontro per professionisti del settore musicale, artisti, produttori, ingegneri del suono, agenti, promotori e appassionati di musica per dare vita a un sistema produttivo integrato.

LE MUSICROOMS DI BASE MILANO

Divise tra spazi aperti e sale chiuse, su progetto dello studio architettonico GEZA, le musicROOMS sono composte da quattro principali aree funzionali: la Capsula, un box con parte delle pareti trasparenti attrezzato con avanguardistico sistema di diffusione sonora immersiva e per riprese a 360°, pronta ad ospitare live, showcase, anteprime; la Project House, un’area di lavoro con circa 40 postazioni – assegnate a freelance e neo-imprese ad alto potenziale di innovazione con lo scopo di dar vita a nuovi progetti; la greenROOM, uno spazio più raccolto per momenti informali di backstage, mini live, workshop, talk; The Office, la sede degli uffici di Music Innovation Hub e di tutti i suoi programmi permanenti che annoverano, tra gli altri, Open Sound Festival per Matera Capitale Europea della Cultura 2019, l’evento musicale che mette insieme suoni antichi di millenni con beat elettronici, dub, sound system e artisti come Dardust e Nu Guinea. “Crediamo nella musica come strumento di emancipazione e riscatto”, conclude Andrea Rapaccini, Presidente di Music Innovation Hub, “forma espressiva in grado di sprigionare nuove energie, abbattere pregiudizi e barriere sociali”.

– Claudia Giraud

Evento correlato
Nome eventoInaugurazione musicROOMS: Housewarming Day
Vernissage20/06/2019 ore 16-5
Duratadal 20/06/2019 al 21/06/2019
Generiserata - evento, inaugurazione
Spazio espositivoBASE MILANO
IndirizzoVia Bergognone 34, 20144 - Milano - Lombardia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).