Avatar 2: finalmente confermata l’uscita per dicembre 2022

Dopo un break di 13 anni dalla presentazione del primo “Avatar”, finalmente sul grande schermo arriva il sequel del kolossal di James Cameron: lo scenario di questo episodio è subacqueo

Avatar 2 20th Century Fox
Avatar 2 20th Century Fox

Avatar 2 esce il prossimo dicembre. La tanto agognata conferma arriva dal presidente di 20th Century Studios Steve Asbell, che durante un’intervista a The Hollywood Reporter ha svelato che Avatar rispetterà la data di uscita prevista per il 2022. Nel corso degli anni, infatti, la produzione ha dovuto affrontare svariate difficoltà che più volte hanno fatto slittare l’arrivo nei cinema del secondo capitolo della saga, ma stavolta l’attesa è finita: “Avatar uscirà davvero nel 2022. Lascerà tutti a bocca aperta. Non siete pronti per quello che ha fatto Jim (James Cameron, ndr)”. A breve partirà anche la campagna pubblicitaria della Disney, che Asbell ha definito come “la macchina di marketing migliore del mondo. Faranno un ottimo lavoro e riaccenderanno la passione mostrata dal pubblico per il film originale. Avatar non è solo un kolossal ma rappresenta un momento culturale molto importante per gli spettatori di ogni continente. Non credo che sarà difficile convincere le persone a tornare al cinema”.

AVATAR 2: UN PROGETTO KOLOSSAL

Come anticipato da Asbell, Avatar 2 non sarà solo un sequel bensì il secondo capitolo di una saga avvincente di 4 film che ruoterà attorno al tema della famiglia, portando nuovamente in scena personaggi già noti per osservare le loro evoluzioni. Dunque ritornerà sulle scene il cast originale, tra i quali gli immancabili Sam Worthington, Zoe Saldana, Sigourney Weaver — stavolta in un ruolo diverso — e Stephen Lang, ai quali si aggiungeranno svariati attori tra cui Vin Diesel e Kate Winslet. Tuttavia i veri protagonisti saranno i figli naturali e adottivi di Jake e Neytiri, un gruppo di bambini e adolescenti che per via di un’antica minaccia sarà costretto a fuggire insieme ai genitori nella nuova ambientazione ideata da James Cameron, ovvero il mondo acquatico del pianeta Pandora. “Posso combinare le mie due grandi passioni: l’esplorazione degli oceani e il cinema”, ha affermato il celebre regista canadese in una recente intervista con Entertainment Weekly.

AVATAR 2: LA TRAMA E I NUOVI PERSONAGGI

Un breve assaggio dell’inedito scenario viene offerto dallo scatto —in esclusiva sul magazine Empire — che ritrae Miles Socorro (Jack Champion), detto Spider, uscire dall’acqua con indosso una sorta di maschera per la respirazione subacquea. Si tratta di un bambino umano nato nella base militare di Pandora, troppo piccolo per tornare sulla Terra, cresciuto nella giungla bioluminescente da Jake e Neytiri insieme ai loro tre figli Na’vi: Neteyam (Jamie Flatters), Lo’ak (Britain Dalton) e Tuktirey (Trinity Bliss). “Jake ha accolto Spider, ma Neytiri lo ha sempre visto come una delle persone che hanno distrutto la sua casa e ucciso suo padre”, ha affermato Jon Landau, uno dei produttori del film, durante un’intervista. “Nei suoi film, James Cameron affronta temi universali che trascendono da qualsiasi genere filmico. Questa volta abbiamo preso Jake e Neytiri e abbiamo costruito intorno a loro un tema più universale: la famiglia. Jake viene dal mondo umano, Neytiri dal mondo Na’vi. Sono come una moderna coppia di razza mista, che alleva bambini e che forse sente di non appartenere né a un mondo né all’altro”. Diversi ma ancora uniti nella lotta per proteggere il proprio pianeta, e stavolta anche la propria famiglia, minacciato dalle nuove operazioni minerarie portate avanti dalla RDA.

IL SUCCESSO DEL PRIMO AVATAR

Era l’ormai lontano 2009 quando nelle sale cinematografiche di tutto il mondo approdava Avatar, film di fantascienza rivoluzionario specialmente per l’introduzione di nuove tecnologie visive, come la cinepresa digitale 3D Fusion Camera, che hanno garantito alla creazione di Cameron il primato in tal senso. Proiettato nel tradizionale formato 2D, ha visto anche un’ampia diffusione in 3D, versione fortemente consigliata dallo stesso regista per vivere un’esperienza più completa, poiché pensato sin dall’inizio per essere visto in questo modo. Non a caso, gli stupefacenti effetti speciali, vincitori del premio Oscar nel 2010, sono stati realizzati da Weta Digital, società neozelandese già nota per il lavoro pionieristico svolto sulla trilogia de Il Signore degli Anelli. L’altro grande record di Avatar è stato determinato dal raggiungimento del maggior incasso di sempre al botteghino con un totale di 2,83 miliardi di dollari a fronte di un budget di produzione di 237 milioni. Stavolta per la realizzazione dei quattro film che costituiranno la saga kolossal di Avatar, la 20th Century Fox, nel frattempo acquistata da Disney, ha investito 1 miliardo di dollari iniziando la pre-produzione del secondo capitolo nel 2012.

-Altea Novari

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Altea Novari
Vive a Roma dove si è laureata in Cinema e televisione presso il DAMS di Roma Tre. Spesso si trova a Milano per trasformare la passione per la fotografia, il cinema e i nuovi media in un lavoro appagante.