Non solo Simpson. Disenchantment, il cartoon anti-fiaba di Matt Groening

0
317

Serial viewer, la rubrica dedicata a chi ama le serie televisive, questa volta sfonda nel campo dei cartoni animati. Per parlare di quel genio di Matt Groening e del suo Disenchantment.

Una principessa, un demone, un elfo entrano in un bar. Serial Viewer questa volta vi porta nel mondo fantastico di una serie animata, Disenchantment, nata dalla matita di Matt Groening, storico e mitologico ideatore di The Simpsons e Futurama.
Disenchantment è un po’ la rivincita di Groening. “Costretto” dal successo della sua famiglia americana a portare avanti il cartoon nato nel 1989 fino alla 32esima stagione e invece a chiudere le vicende nel futuro di Philip J. Fry nel 2013 dopo solo sette stagioni, con questa nuova produzione, fruibile su Netflix, l’autore ha potuto dare vita a un nuovo universo, un po’ figlio di questa seconda esperienza.

I PROTAGONISTI DI DISENCHANTMENT

Il terzetto Leela, Fry, Bender di Futurama è qui rispettato con la principessa Tiabeanie, l’elfo Elfo e il demone Luci, protagonisti dell’avventura. Tiabeanie è una principessa all’avanguardia, amata e odiata dal padre Re Zøg, sovrano di Dreamland, il quale deve continuamente avere a che fare con le sue intemperanze, il suo alcoolismo e la voglia di emanciparsi. Cerca di darla in sposa per tessere alleanze, ma Bean (il suo diminutivo) sfugge alle tradizioni e alla torre d’avorio in cui si trova rinchiusa per andare alla scoperta del mondo.

LA TRAMA DI DISENCHANTMENT

Le funzioni della favola, in un racconto fantastico anticonvenzionale, vengono totalmente scardinate: gli aiutanti magici sono appunto un Elfo complessato con un passato difficile, perdutamente innamorato della nostra Bean, e un piccolo demone senza scrupoli che mal consiglia (e qualche volta salva) la protagonista, ma che la fa sempre franca perché lo scambiano costantemente per un gatto. Il tutto in un tessuto narrativo adulto ricco di colpi di scena, tante risate e bei disegni. Da non perdere.

– Santa Nastro

USA, 2018-ongoing
Soggetto: Matt Groening
Genere: sitcom, fantastico, avventura
Stagioni: 2 | Episodi: 40 | Durata: 22’-36’ a episodio

Articolo pubblicato su Artribune Magazine #57

Abbonati ad Artribune Magazine
Acquista la tua 
inserzione sul prossimo Artribune

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.