È morto a Tokyo Isao Takahata, “papà” di Heidi e fondatore con Hayao Miyazaki dello Studio Ghibli

Noto per aver diretto le serie di animazione Heidi e Anna dai capelli rossi, il regista giapponese è morto a Tokyo all’età di 82 anni. Nel 1985 aveva fondato con Hayao Miyazaki lo Studio Ghibli, realizzando capolavori come Nausicaa della Valle nel vento e La storia della Principessa Splendente

Heidi
Heidi

È scomparso a Tokyo all’età di 82 anni Isao Takahata, regista giapponese noto per aver fondato insieme a Hayao Miyazaki lo Studio Ghibli, studio cinematografico di film d’animazione con cui ha realizzato e prodotto capolavori come La Tomba delle Lucciole e La storia della Principessa Splendente e diretto e sceneggiato Nausicaa della Valle nel vento. Prima della fondazione dello Studio Ghibli, Takahata è stato il direttore artistico – insieme a Miyazaki – dei celebri cartoni animati Heidi, Conan il ragazzo del futuro, Anna dai capelli rossi e Lupin III.

DA HEIDI…

Nato nel 1935 a Ise nella prefettura di Mie in Giappone, Isao Takahata è stato un grande conoscitore della storia dell’arte e della letteratura francese, materie che ha studiato presso l’Università di Tokyo. Muove i suoi primi passi da regista presso la Toei Doga – divenuta poi Toei Animation –, e nel 1968 firma la sua prima regia cinematografica, La Grande avventura del Principe Valiant. Questo film segna l’inizio del sodalizio artistico con Hayao Miyazaki, con il quale decide di passare alla A Production. Qui i due registi realizzano serie televisive diventate note in tutto il mondo, come Heidi (1974), Conan il ragazzo del futuro (1978), Anna dai Capelli Rossi (1979) e Lupin III.

…ALLO STUDIO GHIBLI

Nel 1985 Isao Takahata e Hayao Miyazaki fondano un loro studio di animazione, lo Studio Ghibli. Dopo il successo ottenuto nel 1984 con Nausicaa della Valle nel vento – film che ha portato al cinema quasi un milione di persone – e Laputa (1986) – che ha registrato oltre 700mila presenze al cinema –, Takahata nel 1988 realizza La Tomba delle lucciole, ottenendo ottimi riscontri di critica. Nel 1991 è poi la volta di Pioggia di Ricordi, nel 1994 di Pom Poko (premiato al Festival di Annecy), nel 1999 de I miei vicini Yadamas, fino al suo ultimo capolavoro, La Storia della Principessa Splendente, film del 2013 a cui Takahata ha lavorato per tanti anni e ottenuto la candidatura all’Oscar.

– Desirée Maida

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.

1 COMMENT

Comments are closed.