Torino Updates: Sardi per l’Arte Back to the Future, Promos Scalo Milano New Entries, Reda e Fondazione Ettore Fico. Ecco tutti i vincitori dei premi ad Artissima

Proclamati – per la prima volta in contemporanea – i vincitori di quattro dei sei premi che saranno complessivamente attribuiti nel corso di Artissima. Del premio illy Present Future vi abbiamo già detto; il Premio Sardi per l’Arte Back to the Future, riservato alla galleria della sezione Back to the Future che presenta il progetto […]

Anne Imhof, Untitled 2, 2015_ph_Perottino-Alfero

Proclamati – per la prima volta in contemporanea – i vincitori di quattro dei sei premi che saranno complessivamente attribuiti nel corso di Artissima. Del premio illy Present Future vi abbiamo già detto; il Premio Sardi per l’Arte Back to the Future, riservato alla galleria della sezione Back to the Future che presenta il progetto più meritevole in termini di rilevanza storica e di allestimento dello stand è andato alle gallerie Ellen De Bruijne, Amsterdam e Dan Gunn, Berlin, con un progetto sull’artista Michael Smith. Il Premio Promos Scalo Milano New Entries, alla sua prima edizione, assegnato alla galleria ritenuta più meritevole per il lavoro di ricerca e promozione di giovani artisti che partecipa a New Entries, la sezione riservata alle gallerie con alle spalle meno di cinque anni di attività e che sono per la prima volta ad Artissima, ha incoronato la Galleria Laurent Mueller, Parigi. En plein per la galleria Isabella Bortolozzi, di Berlino, presente nella Main Section, che si è aggiudicata sia il Premio Reda, novità di questa edizione, rivolto agli artisti sotto i 35 anni che usano la fotografia come mezzo espressivo e sono presenti ad Artissima nelle sezioni Main Section, New Entries e Present Future, con gli artisti Max Pitegoff & Carla Henkel, sia il Premio Fondazione Ettore Fico, istituito nel 2009 per valorizzare e promuovere il lavoro dei giovani artisti, con Anne Imhof.

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.